Dopo la vittoria in gara-3 del Bayern si pensava che l’Alba sarebbe riuscita a vincere in casa per forzare un’eventuale gara-5 a Monaco di Baviera, la squadra bavarese però ha sovvertito il pronostico vincendo gara-4 e chiudendo la serie sul 3-1, due vittorie su due in trasferta con l’Alba che non è riuscita a difendere il fattore campo perdendo addirittura entrambe le partite in casa, 82-88 il risultato finale, distanza che è stata ridotta dall’ultimo quarto periodo spaziale dell’Alba Berlino con un 13-0 di parziale che aveva cancellato il -15 a 1:30 dalla fine, negli ultimi 12 secondi però il Bayern è glaciale sia in difesa che dalla lunetta, 4/4 ai liberi e vittoria del campionato, il sesto nella storia della società, il quarto negli ultimi 10 anni.

Scudetti che il Bayern aveva vinto, prima dell’ultimo decennio, solo nel 1954 e 1955, poi 59 anni pieni di difficoltà, senza mai riuscire a ritornare al vertice del basket tedesco, poi il 2008, anno della rinascita, subito promozione in ProA e poi tre anni dopo finalmente la BasketBall Bundesliga. Il 2013/14 è finalmente l’anno della rivincita, Eurolega e titolo vinto, il terzo, un attesa lunga più di 50 anni, poi la doppietta 2018 e 2019 con anche la seconda Coppa di Germania, vinta poi altre tre volte tra il 2021 e il 2024. Playoff di Eurolega raggiunti due anni di fila, 2021 e 2022, sconfitti prima da Milano, 92-89 persa al Forum gara-5 e poi dal Barcellona, prima in regular season, l’anno successivo sempre in gara-5 dopo aver perso gara-3 in casa, infine la stagione appena conclusasi con la vittoria del campionato per 3-1 con l’Alba Berlino e della quinta Coppa di Germania della sua storia.
La città di Monaco di Baviera ora non deve per forza guardare il calcio perchè c’è una squadra che nella pallacanestro vuole continuare a sognare e vuole ricostruire il nome che questa società ha nel mondo dello sport, portando al massimo livello europeo entrambe le squadre.

Alba Berlino che si arrende in finale alla potenza del Bayern che, in questa stagione come nei playoff, aveva dimostrato di averne di più già guardando alle semifinali dove i bavaresi avevano stravinto la serie 3-0 mentre l’Alba aveva dovuto sudare con il Chemnitz arrivando fino a gara-5, si è arresa alla forza di Carsen Edwards, 29 punti con 10/17 dal campo in gara-5, eletto MVP delle FINALS, non sono bastati i 25 punti, 6 rimbalzi e 6 assist di Sterling Brown, migliore della serie per l’Alba, per forzare gara-5.
L’Alba esce sconfitta da questa finale chiudendo la propria stagione come seconda squadra di pallacanestro più forte della Germania, sì, i secondi sono i primi degli sconfitti ma è uno step necessario per arrivare al successo.

QUI il TABELLONE FINALE dei PLAYOFF

QUI le STATISTICHE del MATCH

Photo: Instagram (EasyCredit BBL)