Primo successo europeo stagionale per la Unahotels Pallacanestro Reggiana, che nella prima giornata della FIBA Europe Cup sconfigge i belgi del Belfius Mons-Hainaut 70-69. La partita, giocata nella bolla di Den Bosch, rappresentava un appuntamento importante per la squadra di Coach Antimo Martino, che ci teneva a iniziare l’avventura europea in modo positivo e a confermare l’ultimo successo di campionato contro Trento. La Unahotels, priva di Frank Elegar, ha giocato in scioltezza (forse con qualche disattenzione ed errore di troppo) e ha saputo spingere sull’acceleratore nei momenti chiave della partita (soprattutto grazie al tiro da 3, dove ha concluso con un ottimo 9/20 dal campo). Da sottolineare le prestazioni di Leonardo Candi, 6/7 dal campo, con un eccellente 4/5 da tre), e di Filippo Baldi Rossi (11 punti, 8 rimbalzi, 3 rimbalzi, una rubata e una stoppata).

LA CRONACA

Il primo  quarto è molto equilibrato, anche se nella prima metà il Belfius Mons-Hainaut gioca in modo più preciso e concreto e va più volte sul + 4. Meglio la Unahotels nella seconda parte del quarto, soprattutto grazie a Leonardo Candi, che mette grande pressione in difesa e aiuta la propria squadra a chiudere la prima frazione in parità (18-18). L’inizio del secondo quarto vede la Pallacanestro Reggiana giocare con più accuratezza, e la squadra di Coach martino, grazie anche alle triple di Bostic e Candi, allunga sul +6. Nella seconda metà del quarto, però, complice qualche fallo e errore di troppo, il Mons-Hainaut si riavvicina pericolosamente agli emiliani, e dopo un bel parziale (7-0) li sorpassa sul 27-26. Nel finale del quarto sono nuovamente le triple a raddrizzare la partita della Unahotels, in particolare quella del pareggio di Taylor e quelle del successivo vantaggio di Koponen e Candi, che consentono agli emiliani di andare negli spogliatoi in vantaggio di cinque lunghezze (37-32). Il terzo quarto inizia nel segno della formazione belga, che firma un parziale di 10-0 e si riporta in vantaggio (42-37). La Unahotels appare invece in serio affanno, sia dal punto di vista difensivo che da quello dell’efficienza offensiva (non segna per i primi sei minuti). Ci pensa nuovamente Candi a interrompere il digiuno, e al contempo a dare la carica ai propri compagni (ad esempio Bostic, che riporta in equilibrio la partita con un potenziale gioco da tre punti). Il finale della terza frazione è comunque molto combattuto, con i belgi che riescono ad acciuffare il pareggio sulla sirena (52-52). L’ultimo quarto di partita inizia bene per la Unahotels, che si porta in vantaggio di cinque lunghezze (grandi meriti di Diouf e Taylor). Nella seconda metà del quarto i biancorossi prendono il largo (arrivano a nove punti di vantaggio), e vengono trascinati da uno scatenato Candi e da Taylor, che nel finale sale in cattedra e distrugge la difesa del Mons-Hainaut. Negli ultimi tre minuti, però, la Pallacanestro Reggiana accusa un improvviso calo di concentrazione e si fa recuperare (gli avversari si avvicinano a -2). Gli emiliani rischiano molto nel finale (il Mons-Hainaut sbaglia due triple pesanti), ma è ancora una volta Taylor a caricarsi la squadra sulle spalle e a siglare un importantissimo canestro (con fallo), che rende vane le speranze dell’agguerrita squadra belga (che segna comunque due triple e si porta sul -1). Il risultato finale è di 70-66 in favore della Unahotels Pallacanestro Reggiana.

QUI le statistiche del match

LE PAGELLE Del Primo successo europeo Unahotels

Unahotels Reggio Emilia

Sutton 6

Aggressivo sui due lati del campo ma impreciso (2/7 dal campo ma 7 rimbalzi).

Koponen 6.5

Ottimo contributo dalla panchina, soprattutto da dietro l’arco (4/7 da tre).

Bostic 5

Silenzioso e un po’ anonimo, mette a segno un solo canestro (1/5 dal campo).

Baldi Rossi 7.5

Eccellente partita, misurata e sotto controllo. Fa un po’ di tutto e gioca in maniera estremamente accurata (11 punti, 8 rimbalzi, 3 rimbalzi, una rubata e una stoppata, +21 di efficienza).

Taylor 7

Canestri pesanti, ma anche molti errori (3/11 dal campo). Pur con qualche imprecisione di troppo, si rivela decisivo e infallibile dalla lunetta (7/7 ai liberi).

Candi 7.5

Il migliore in campo per gli emiliani, su entrambi i lati del campo. Aggressivo, energico e molto preciso al tiro (6/7 totali, di cui 4/5 da tre).

Diouf 6

Buona prestazione offensiva per il giovane centro (2/3 dal campo, con una tripla pesante). Male in difesa, dove sporca la propria prestazione con 3 palle perse.

Kyzlink 5

Partita anonima e spenta (solo due punti, con 1/6 dal campo e 0/2 da tre).

All. Antimo Martino 6.5

La Unahotels ottiene il primo successo europeo con merito, e conferma l’ottima vittoria di campionato contro Trento.

Belfius Mons-Hainaut

Barnes 6

Costante e consistente, autore di 9 punti e 4 rimbalzi difensivi.

Spencer 6.5

Statisticamente il migliore dei suoi (11 punti e l’83% dal campo).

Durham 7

È il capocannoniere e il migliore in campo della propria squadra (16 punti, con un ottimo 6/12 dal campo, 6 rimbalzi e 5 assist).

Mortant 4

Una partita da dimenticare (0 punti, 1 rimbalzo e una palla persa).

Penava 7

Un altro dei migliori della formazione belga (15 punti, 6/13, e 6 rimbalzi).

Smith

Tanta quantità ma poca qualità (9 punti, 5 rimbalzi, 4 assist ma 3 palle perse).

Lambot 6

Buon contributo dalla panchina (4 punti, 4 rimbalzi, 2 assist e una rubata, +10 di efficienza).

Ebang 5

Partita poco consistente e silenziosa la sua (2 punti, un rimbalzo e una palla persa in 14 minuti).

Van Caeneghem S.V.

All. Vedran Bosnic 6.5

La sua squadra ha giocato bene, grazie anche alle sue costanti grida di incoraggiamento, e non può di certo essere amareggiato per la sconfitta. I suoi ragazzi ci hanno creduto fino alla fine e possono andare negli spogliatoi a testa alta.

In foto: Leonardo Candi (Ciamillo-Castoria)

Pier Paolo Polimeno