Nuovo appuntamento del giovedì con A2 Emoticon, la rubrica di BM dedicata al secondo campionato di interesse nazionale. Senza ulteriori indugi andiamo a sviscerare il meglio e il peggio di questa nona giornata e ad assegnare i premi individuali della nostra redazione.

IL MEGLIO

1. PISTOIA..CHE NOIA!

Altro giro, altra vittoria per la Giorgio Tesi. Sono sei adesso i successi consecutivi per la squadra di Nicola Brienza, sette in otto gare. Il segreto? Sempre il solito: una difesa impenetrabile. I numeri della difesa toscana sono talmente assurdi che sembrano proiettati direttamente da un qualche campionato giovanile. Al PalaCarrara l’Umana Chiusi non riesce ad andare oltre i 47 punti segnati, una miseria che però non deve sconfortare gli avversari toscani, dal momento che un destino simile pare toccare a chiunque si metta sul cammino di Pistoia. La GTG è, per distacco, la miglior difesa del campionato, con poco più di 60 punti concessi di media agli avversari. Ah, è anche prima in classifica.  

2. TREVIGLIO FORZA QUATTRO

Nel weekend è arrivato il quarto successo consecutivo per Treviglio, il sesto in otto gare disputate. Vittoria importante quella ottenuta tra le mura amiche contro Piacenza, vittoria che proietta gli uomini di coach Finelli al terzo posto. Siamo ad un mese di distanza dall’esonero di Michele Carrea e dall’arrivo dell’allenatore bolognese, e le cose sono radicalmente cambiate: in un mese di panchina, Finelli ha fatto quattro su quattro. Ergo, deve ancora perdere. Senza Clark, la formazione lombarda ha trovato ancora una volta un grande protagonista in Pierpaolo Marini(18 punti e 8 rimbalzi per lui). coadiuvato dalla grande prova a rimbalzo di Marcius (14 il bottino sotto le plance per il lungo croato). Fino a dove possa arrivare questa Treviglio non ci è dato sapere, ma per il momento va bene così. Eccome.

IL PEGGIO

1. QUELLA CHE..NON VINCE MAI

Niente da fare, nemmeno questa volta la Stella Azzurra è riuscita a strappare il primo referto rosa della stagione. Sconfitta di misura quella rimediata in casa contro l’Urania Milano, avversario tutt’altro che imbattibile. Eppure, per gli uomini di Luca Bechi la vittoria sembra ormai diventata un tabù. Non basta una prestazione veramente gagliarda da parte di Giachetti, che prende per mano i suoi giovani compagni e cerca di trascinarli verso la vittoria con una prestazione da 29 punti. Difficile capire quale possa essere la soluzione a questa situazione, l’unica cosa certa è l’ultimo posto in classifica a quota zero punti. 

2. RAVENNA, CI RISIAMO!

Qualche vittoria e qualche prova leggendaria di Bernardito Musso avevano forse illuso i tifosi ravennati di aver dato una svolta alla propria stagione, dopo un inizio semplicemente osceno. Ma domenica, contro Udine, la formazione giallorossa ha subito il terzo KO di fila, che l’ha condannata, nuovamente, all’ultimo posto in classifica. Difficile per Ravenna competere contro una squadra così attrezzata come Udine, specialmente se quest’ultima viene da una brutta sconfitta casalinga da vendicare. Impensabile, poi, farlo con un Bernardo Musso da 5 punti. C’è anche da dire, però, non si può pensare, né tantomeno pretendere, che l’intera stagione di Ravenna passi dalle mani di un 36enne. Fortissimo, ma pur sempre 36enne. Urge allora cercare protagonisti secondari, gregari di secondo livello capaci di rimpiazzare il bomber italo argentino nelle giornate in cui, lecitamente, il suo corpo gli rema contro.  

MVP DI BM, ISAIAH BRISCOE

Per il premio di miglior giocatore della settimana, la contesa finale era tra Isaiah Briscoe e Matteo Fantinelli. Il playmaker faentino, nonostante la sconfitta dei suoi a Mantova, ha messo in piedi una prestazione stratosferica, che ha fruttato nientemeno che un 38 di valutazione. Ad ogni modo, la decisione finale è stata quella di non premiare ancora una volta un losing effort, quanto piuttosto la prestazione (altrettanto clamorosa) di un giocatore che ha contribuito sensibilmente alla vittoria della sua squadra. E quel qualcuno oggi è la guardia dell’Apu Udine, Isaiah Briscoe. Il numero 13 di Matteo Boniciolli, contro Ravenna ha segnato 26 punti (8/16 dal campo e 9/10 ai liberi, catturato 6 rimbalzi e registrato una valutazione complessiva di 31. La guardia americana è senza dubbio il jolly che, nella metà campo offensiva, può rendere l’Apu una contender veramente molto credibile. 

 L’UNDER 22 DI GIORNATA, MATTEO SCHINA

16 punti con un unico errore al tiro, 6 rimbalzi e 22 di valutazione. Queste le statistiche che valgono a Matteo Schina il premio under 22 di BM per questa giornata. Combo play/guardia classe 2001, in forza alla Reale Mutua Torino da quest’anno, Schina sta registrando la sua miglior stagione in carriera (a livello statistico). Per lui quasi 8 punti di media ad allacciata di scarpe e un minutaggio in continua crescita.

IL QUINTETTO DI BM

Playmaker: Matteo Fantinelli, Fortitudo Kigili Bologna ( 23 punti, 6 assist, 6 rimbalzi, 38 di valutazione)

Guardia: Isaiah Briscoe, Apu OWW Udine (26 punti, 31 di valutazione)

Ala piccola: Pierpaolo Marini, Gruppo Mascio Treviglio  (18 punti, 8 rimbalzi, 7 assist)

Ala grande: Jordon Vornado, GTG Pistoia (15 punti, 16 rimbalzi)

Centro:  Andy Cleaves, Tassi Group Ferrara (13 punti, 12 rimbalzi, 25 di valutazione)

I TOP DELLA GIORNATA

PUNTI: Isaiah Briscoe, (Apu OWW Udine), 26.

RIMBALZI: Jordon Vornado, (GTG Pistoia), 16

ASSIST: Jazz Johnson, (RivieraBanca Rimini), 8.

VALUTAZIONE: Matteo Fantinelli, (Fortitudo Kigili Bologna) 38.

In foto Brian Sacchetti (foto Basket Inside)

LUIGI AMORI