Le parole dei due coach, quello dell’Olimpia Milano Ettore Messina e quello di Trento Lele Molin, dopo il loro scontro in gara 1 dei playoff:

ETTORE MESSINA

“Abbiamo giocato una partita solida difensivamente, dopo un avvio un po’ troppo leggero, di tre o quattro minuti in cui abbiamo permesso qualche canestro facile di troppo. Poi siamo cresciuti e abbiamo svolto un buon lavoro a rimbalzo. Quello che ci preoccupa è l’infortunio di Shavon Shields: ha fatto un movimento strano e adesso dovremo vedere che tipo di problema abbia. Domani andiamo di nuovo in campo e sperimentiamo una situazione nuova per tutti. A me è capitato di giocare i “back-to-back” in Russia un po’ di anni fa e non è mai facile farlo. Dovremo recuperare subito energie fisiche e mentali, da tutti, in modo da tentare di vincere anche Gara 2″

LELE MOLIN:

«Milano ha vinto questa gara-1 con grande merito, e le ottime percentuali che ha avuto al tiro sono espressione della loro ottima qualità di gioco. Io però non sono soddisfatto della nostra prestazione, non tanto per la sconfitta quanto perché abbiamo commesso troppi di quegli errori che nelle ultime partite eravamo riusciti ad evitare. L’obiettivo di gara-2 quindi sarà essere più attenti a quello che noi dovremo fare in campo: certo, poi di fronte siamo consapevoli di avere la difesa di Milano che è di grande qualità; alcuni errori di superficialità però non possiamo permetterci di ripeterli, altrimenti la sfida di domani sarà la fotocopia di questa gara-1».