La Fortitudo Bologna con Trento non sbaglia mai. La Lavoropiù fa due su due tra andata e ritorno contro la Dolomiti Energia ed espugna la BLM Group Arena per 64-78.
I biancoblu ottengono due punti fondamentali, per muovere la classifica che tra la sconfitta con Trieste e le due settimane di sosta si era un po’ bloccata.
I ragazzi di coach Luca Dalmonte l’hanno vinta rimanendo aggrappati alla partita nel primo tempo quando Trento sembrava poter mettere il naso davanti, ma soprattutto con un grande secondo tempo. Il trascinatore è stato Wesley Saunders (26 punti) che ha tenuto in vita i suoi nei primi 20’ con 14 punti consecutivi, poi nella parte finale di gara assieme all’aiuto di compagni come Leonardo Totè (10 punti e 9 rimbalzi), Adrian Banks (10 punti e 10 asist) e Tommaso Baldasso (9 punti tutti nel quarto quarto) ha regalato la vittoria alla Effe. La nota stonata è l’uscita per infortunio di Pietro Aradori ad inizio terzo quarto. Il numero 4 biancoblu era appena rientrato da un problema alla coscia e ora sembra che questo sia riemerso.
Profondo nero per Trento. La squadra di coach Nicola Brienza è al sesto k.o. di fila in campionato che si va ad aggiungere alla brutta sconfitta europea contro Boulogne Levallois.
Per la Dolomiti Energia ci sono 18 punti di un discontinuo JaCorey Williams, 13 di un Luke Maye arginato alla distanza e 12 di Gary Browne.  

La cronaca

Si segna molto in avvio. Trento prova a fare la partita, ma la Fortitudo rientra subito. Per la Dolomiti Energia si mette in proprio Maye e dall’altra Hunt, ma a 4’ dalla fine del primo quarto c’è equilibrio: 14-12.
Dopo 10’ Trento conduce 20-17.
Ad inizio secondo quarto in campo c’è solo una squadra. È Trento che pressa a tutto campo mettendo in difficoltà la Effe: Browne e Sanders siglano il 27-19.
Dopo il timeout di coach Dalmonte, in men che non si dica, la Lavoropiù guidata da un super Saunders (9 punti di fila) torna a -3 sul 31-28 a 5’ dall’intervallo.
I punti di fila dell’ex Cremona diventa 14 e la Fortitudo però con i 5 consecutivi di Banks trova il vantaggio 36-38, risultato alla pausa lunga.
Ad inizio terzo quarto, la Fortitudo perde per infortunio Aradori che durante una penetrazione si sente tirare il muscolo della coscia. La partita rimane equilibrata sul 44 pari a 5’ dalla fine del terzo periodo.
Dopo 30’ i felsinei conducono 46-50.
L’avvio di quarto periodo è tutto a tinte biancoblu. Saunders e Totè dominano e creano il primo vero parziale fortitudino: 48-58.
La Dolomiti Energia si disunisce lasciando così i propri avversari involarsi verso la vittoria. Saunders e compagni si impongono 64-78. 

QUI le statistiche complete del match 

Wesley Saunders: foto Ciamillo-Castoria

Eugenio Petrillo