Abbiamo intervistato in esclusiva il capitano dell’Eurobasket Roma Eugenio Fanti, simbolo della romanità della squadra, essendo un prodotto del settore giovanile e che ha contribuito in queste stagioni alla risalita della squadra dalla D fino ad arrivare alla Serie A2, in cui risiede da quattro stagioni.

 

Cosa si prova a giocare ed esser diventato capitano nella squadra in cui è cresciuto e nella città in cui è nato?

Per me è un motivo d’orgoglio, anni fa presi una decisione di rimanere in C e studiare (Scienze Motorie all’Università), con il passare del tempo sono cambiati gli obiettivi della squadra e le ambizioni, così ho dovuto prendere la decisione di interrompere gli studi. L’obiettivo è di concluderli, ma per ora sono molto orgoglioso di aver raggiunto il traguardo di diventare capitano nella squadra in cui sono cresciuto e non potevo chiedere di più.

Dopo la scomparsa della Virtus Roma avete raccolto un’eredità pesante, ora l’obiettivo è di tornare in A nel giro di qualche stagione?

Sicuramente abbiamo una responsabilità importante e pressione legata ad eccitazione, che è un fattore positivo. Sogno in grande, ma non avrei mai pensato di raggiungere l’A2, ma il mio sogno è di andare in A. L’obiettivo rimane comunque quello di fare bene e di crescere partita dopo partita.

Una città come Roma, che spende molte risorse a livello di Minors, per quale motivo non riesce a raggiungere risultati in termini di pubblico (fin quando è stato possibile averlo) nei palazzetti?

Roma è una città grande e nella Capitale il focus è sul calcio, sport che preclude molti spettatori alle altre discipline sportive. Essendo che a Roma ci sono due squadre forti come Roma e Lazio (io personalmente tifo Roma), questo intacca la possibilità di avere un aumento di spettatori nella pallacanestro, essendo due formazioni che attirano l’attenzione di gran parte del pubblico romano. Oltre a questi ci sono altri fattori, come per esempio il fatto di attraversare una città come la Capitale che è molto impegnativo.

Raggiunta la salvezza, ora l’obiettivo diventa conquistare le Final Eight di Coppa Italia?

Sappiamo che per ottenere questo traguardo dobbiamo vincere due gare (tutte e due in trasferta a Latina e a Scafati), questo rappresenterebbe un altro grande risultato, essendo la prima partecipazione nella storia della società, possiamo crederci e sperarci. Abbiamo raggiunto l’obiettivo della salvezza, ora tutto quello che verrà sarà un gran traguardo.

Siete una squadra costituita maggiormente da romani, quanto ha influito sulla vostra chimica di squadra e sui risultati ottenuti?

Penso che oltre ad essere romani, il fatto sia che molti ragazzi siano cresciuti nel settore giovanile ad eccezione di Staffieri, che è partito con noi dalla serie D, ma è da tanti anni in squadra ed ha sposato il progetto. Con Gallinat ho un rapporto fantastico, come con tutti gli altri giocatori, è un giocatore impeccabile, un grande professionista.

Come è avvenuto il salto di qualità rispetto alla passata stagione?

Siamo una squadra completamente diversa, ma penso che abbia influito il fatto di aver aggiunto degli under con tanta voglia di affermarsi, di essere umili e di fare la differenza. La scorsa stagione siamo partiti male e quello ci ha condizionato, la buona partenza di quest’anno ci ha dato la spinta in più per fare bene.

Lei è a Roma dalla stagione 2011/2012 in cosa è maggiormente cresciuto in questi anni?

Prima di arrivare in prima squadra avevo giocato solo nelle giovanili, poi dopo il mio arrivo ho avuto una grande crescita sotto l’aspetto tecnico, mentale. Grazie all’aiuto delle persone con più esperienza di me sono riuscito a migliorare anno dopo anno.

Vi attendono due trasferte importanti prima Forlì e poi Scafati quale sarà la chiave di queste partite?

Sicuramente due trasferte complicate , dobbiamo pensare a noi stessi, la nostra forza è la difesa e la giovinezza. Dobbiamo partire senza paura di nessuno, non abbiamo pressione, cerchiamo i due punti per avvicinarci all’obiettivo playoff.

QUI A2 Emoticon

Nell’immagine Eugenio Fanti, foto Eurobasket Roma

Valerio Laurenti