Reggio Emilia cerca il colpaccio nel derby, la Virtus Bologna prova a cavalcare il momento positivo.

QUI REGGIO EMILIA

Tutto pronto per la conclusione della diciannovesima giornata di LBA, che domenica 7 febbraio verrà chiusa da un posticipo illustre. Uno dei più classici derby della pallacanestro italiana: Unahotels Pallacanestro Reggiana – Virtus Segafredo Bologna (palla a due alle ore 20.45, presso la Unipol Arena). Due squadre che, pur avendo giocato entrambe 17 partite, attualmente stanno vivendo due momenti, sia in campionato che in Europa, assai diversi. La Virtus è infatti quarta in campionato, dietro a Brindisi (che ha una gara in meno), e viene da tre successi consecutivi (di cui due contro il Buducnost in EuroCup, che hanno consentito alle Vu Nere di volare ai quarti). La Unahotels, invece, dopo aver ottenuto la qualificazione per la fase successiva della FIBA Europe Cup, ha perso al PalaPentassuglia contro il New Basket Brindisi, scivolando al nono posto della classifica della LBA. Alle due formazioni emiliane, che si sono già affrontate il 18 ottobre (77-67 per i biancorossi), però, domenica sera mancheranno due pezzi importanti. In casa Virtus, Marco Belinelli, infortunatosi alla coscia sinistra durante la partita contro il Buducnost e a rischio anche per le Final Eight di Coppa Italia. In casa Unahotels, invece, continua a rimanere indisponibile Frank Elegar, che non gioca da quattro partite a causa di un infortunio alla caviglia (occorso durante l’ultima vittoria di campionato contro Trento). Infortunati a parte, però, la sfida tra Reggio Emilia e Virtus Bologna rimane comunque una partita avvincente da seguire con estrema attenzione. Una partita che potrebbe proporre vari duelli. Tra i più interessanti, quello strategico tra gli allenatori, Djordjevic e Martino, e quello creativo tra i registi, Teodosic e Taylor. 

QUI VIRTUS BOLOGNA

Le V Nere arrivano alla sfida contro Reggio Emilia forti della vittoria esterna di mercoledì a Podgorica, dove hanno agevolmente battuto i padroni di casa del Buducnost 99 a 89 conquistando così la quattordicesima vittoria in altrettante partite in Eurocup. In campionato la storia è diversa con i ragazzi di coach Djordjevic che stanno faticando terribilmente a mettere in fila risultati in casa perdendo anche contro avversari ben meno quotati – vedasi Cremona, Brescia e proprio Reggio all’andata – e costretti ad inseguire il terzetto di testa formato da Milano, Brindisi e Sassari. Come già detto dunque le V Nere saranno chiamate a riscattare la sconfitta dello scorso 18 ottobre alla Segafredo Arena ma lo dovranno fare senza Pajola – fermo ancora a tempo indeterminato – e Belinelli – 15/20 giorni di stop per l’ex Spurs infortunatosi nell’ultima partita contro il Buducnost.

In foto: Milos Teodosic (Ciamillo-Castoria)

Pier Paolo Polimeno e Francesco Castano