di Maurizio Roveri

“Welcome to London, Miye Oni”.  Così i London Lions hanno annunciato la firma del tiratore statunitense-nigeriano che per tre stagioni ha fatto parte, in NBA, degli Utah Jazz.
Miye Oni arriverà a Londra per sostituire Devon Van Oostrum, che ha giocato 11 partite per i London Lions in questa stagione (0.0 punti nei poco più di 8 minuti per gara avuti in 3 partite di Eurocup).
Miye Oni, shooting guard e anche small forward di 1,96 x 93 chili, ha 25 anni. Nato Northridge, in California. I genitori sono nigeriani, Opeyemi e Oludotun Oni.
Olumiye Dimolu “Miye” Oni ha scritto una storia importante per la squadra di basket dell’Università di Yale, una Università fra le più antiche e prestigiose di tutti gli Stati Uniti. Situata a New Haven, nel Connecticut. La Yale University venne fondata il 9 ottobre 1701.
La sua squadra di basketball, quella dei Bulldogs, partecipa al Campionato NCAA Division I, Ivy League.
Miye Oni nella sua stagione universitaria da Junior, quella del 2019, venne nominato “Giocatore dell’Anno” della Yvy League. Diventando il terzo giocatore nella storia di Yale University a vincere il premio. E attirando l’attenzione degli scout NBA.
Nel draft del 20 giugno 2019, Oni venne scelto da Golden State Warriors. Ma poi i suoi diritti furono scambiati con Utah Jazz.
Ottanta partite disputate, con la maglia numero 81 dei Jazz. E un minutaggio medio di 8.4 per gara. Dal 2019 al 2022.
Nell’estate 2021, a Tokyo, in preparazione ai Giochi Olimpici 2020, la Nigeria sorprese tutto il mondo del basket sconfiggendo in amichevole lo squadrone statunitense allenato da Gregg Popovich. La formazione africana vinse 90-87. Oni, in quella partita storica per la Nigeria, fece 6 punti.  Ai Giochi Olimpici la Nigeria si trovò inserita, con l’Italia, nel Gruppo B. Proprio il successo ottenuto 80-71 sul team africano permise agli azzurri di Meo Sacchetti di chiudere il girone al secondo posto e di qualificarsi per i quarti di finale.

L’inserimento di un tiratore come Miye Oni dovrebbe dare maggiore sostanza all’attacco dei London Lions. Il Club londinese, alla sua primissima esperienza in Eurocup, sta faticando a trovare la propria identità in una competizione internazionale di ottimo livello. Una sola partita vinta (quella contro la Dolomiti Trento nella sera magica di Ovie Soko, 22 punti e 39 di Performance Index Rating) e 3 partite perse.
In campionato, la BBL Championship, i London Lions sono in vetta (7 vittorie, 2 sconfitte), ma non tranquilli. Assieme a loro, con 14 punti, ci sono i Bristol Flyers. I quali però hanno giocato una partita in più. Attenzione anche ai Leicester Riders che, con 9 partite giocate, inseguono a 12 punti.

Prossimi impegni dei London Lions:
22 novembre, in Eurocup, ad Amburgo contro il Veolia Towers (2+, 2-).
25 novembre, nella BBL Cup, London Lions – Cheshire Phoenix.
1 dicembre, in BBL Championship, London Lions – Manchester Giants.