L’EuroLeague riprende con la quinta trasferta stagionale dell’Olimpia, questa volta a Kaunas contro uno Zalgiris che finora ha fatto molto bene vincendo tutte le sue tre gare casalinghe, tutte tra l’altro tirate, e nel turno passato ha colto la prima affermazione esterna, a Villeurbanne. In casa, lo Zalgiris ha battuto il Barcellona comandando quasi sempre nel punteggio, mentre ha sconfitto Bologna e Alba Berlino con clamorose rimonte che hanno cancellato deficit che sembravano risolutivi. Lo Zalgiris ha rimontato 14 punti alla Virtus e 20 all’Alba, gara poi vinta con sette punti di vantaggio. Non è un caso, perché il fattore campo a Kaunas è storicamente significativo. La gara contro l’Olimpia farà registrare un altro tutto esaurito, il terzo consecutivo. La buona notizia è che l’Olimpia è 3-1 in trasferta dove è stata capace di vincere anche nel clima incandescente di Belgrado. La cattiva notizia è che il roster sarà ancora in assetto fortemente rimaneggiato per le assenze di Billy Baron (almeno una tripla in 15 delle ultime 16 gare giocate), Shavon Shields, Gigi Datome e Stefano Tonut, in pratica due guardie e due ali piccole che assottiglieranno le possibilità di rotazione nel settore degli esterni, mentre il settore dei lunghi è al completo.

NOTE – Zalgiris Kaunas-EA7 Emporio Armani Milano si gioca venerdì 18 novembre alle ore 19:00 italiane alla Zalgirio Arena di Kaunas, diretta su Sky Sport e Eleven.

REFEREES – Miguel Angel Perez (Spagna), Milan Nedovic (Serbia), Robert Vyclicky (Repubblica Ceka)

COACH ETTORE MESSINA – “Stiamo attraversando un momento difficile sia dal punto di vista fisico che tecnico, in cui l’indisponibilità di tanti giocatori perimetrali ci costringe a giocare tanti minuti con tre lunghi in campo. Cercheremo di trovare nella difesa e nei rimbalzi la coesione necessaria per provare a vincere su un campo ovviamente difficile e contro una squadra che sta giocando bene e ha meritato gli ultimi risultati favorevoli”.

KEVIN PANGOS – “Affrontiamo uno Zalgiris molto forte. Sappiamo tutti quanto sia difficile giocare davanti ad un pubblico molto caldo in un’arena piena. Quindi dovremo rimanere concentrati, mantenere il controllo del ritmo, eseguire il nostro attacco e giocare duro in difesa per tutti i 40 minuti di gioco”.

LO ZALGIRIS KAUNAS – Finora tre giocatori sono sempre partiti in quintetto, il playmaker americano Keenan Evans, la guardia Ignas Bradzeikis e l’ala piccola Edgaras Ulanovas, mentre sei volte su sette è partito da ala forte l’estone Rolands Smits. Evans, lo scorso anno al Maccabi, finora è stato il miglior realizzatore (14.4 punti di media) e passatore (4.7 assist per gara), grazie a percentuali di tiro elevate (ha il 41.2% da tre). Bradzeikis è un esterno nato a Kaunas ma cresciuto nel Nord America, che ha avuto una carriera importante a Michigan ed è stato nel giro NBA per tre stagioni. Attualmente, sta segnando 11.6 punti per gara. Ulanovas è un’ala mancina che è tornato a Kaunas dopo un’esperienza al Fenerbahce. Sta segnando 9.9 punti a partita. Smits, proveniente dal Barcellona, è un eccellente rimbalzista offensivo e sta producendo una stagione di grande concretezza, con 10.6 punti e 5.3 rimbalzi per gara. Smits sta tirando oltre il 60% da due e con il 48.3% da tre. Il centro normalmente è Kevarrius Hayes, 6.4 punti e 5.6 rimbalzi di media (secondo nei rimbalzi offensivi), ex Villeurbanne, molto energico nello stile di gioco. Dalla panchina, offrono molto Lukas Lekavicius (7.0 punti con il 61.1% da due), la guardia Tomas Dimsa (21 punti a Villeurbanne nell’ultimo turno, 46.7% da tre in stagione) e l’ala Tyler Cavanaugh (5.4 punti e 4.1 rimbalzi a partita). Un altro uomo di rotazione è l’esterno Arnas Butkevicius.

I PRECEDENTI VS. ZALGIRIS – Le due squadre si sono incontrate 21 volte con un bilancio di 11-10 a favore dell’Olimpia, 8-8 nell’era EuroLeague. Nella stagione 1985/86, lo Zalgiris di Arvydas Sabonis vinse 80-79 contro l’Olimpia a Kaunas, ma Milano si rifece in casa vincendo 95-66. La stagione successiva, quando l’Olimpia avrebbe vinto la prima delle due Coppe dei Campioni consecutive, si impose sullo Zalgiris due volte su due, 75-71 in casa, 100-85 a Kaunas. Lo Zalgiris invece vinse la finale di Saporta Cup del 1998 (82-67). L’Olimpia ha vinto gli ultimi quattro scontri diretti tra le due squadre, l’ultima volta a Kaunas 74-70 nel febbraio scorso con 20 punti di Malcolm Delaney, 11 e 10 rimbalzi di Kyle Hines.

LA ZALGIRIS CONNECTION  Mantas Kalnietis, campione d’Italia con l’Olimpia nel 2016 (anche due vittorie in Coppa Italia), ha giocato nell’Olimpia 40 partite con 278 punti segnati. Kevin Pangos ha giocato due anni nello Zalgiris inclusa una Final Four di EuroLeague: in tutto, ha giocato 66 partite con 716 punti segnati e 308 assist distribuiti. Brandon Davies ha giocato 70 partite nello Zalgiris con 818 punti segnati e 307 rimbalzi catturati. Anche lui ha giocato una Final Four. Rolands Smits ha giocato nel Barcellona con Pangos e Davies.

GAME NOTES – Nicolò Melli ha superato James Gist ed è diventato il 12° rimbalzista all-time in EuroLeague, insegue a 18 rimbalzi di distanza Tibor Pleiss, dell’Efes. Ha anche raggiunto le 200 triple in carriera. Kevin Pangos ha segnato almeno una tripla in 33 delle ultime 35 gare disputate.

KYLE HINES
DEVON HALL
BRANDON DAVIES
Fonte: olimpiamilano.com