Il direttore sportivo della Carpegna Prosciutto Pesaro, Stefano Cioppi, ha fatto il punto della situazione a Mirko Facenda sul “Corriere Adriatico Pesaro”, parlando a tutto campo dei suoi giocatori: “La squadra sta lavorando tanto in questa settimana che è lunghissima, visto che già da lunedì eravamo al lavoro per preparare la partita contro Treviso. In questi giorni abbiamo recuperato qualche acciaccato come Kravic per esempio, e anche Tambone si trova sempre più a suo agio nel cinque contro cinque. Credo che quella contro Bologna sia stata una occasione persa per come si era messa la partita e se avessimo centrato la vittoria sarebbe stata davvero una bella cosa, ed invece alla fine è arrivata la sconfitta che ci ha lasciato delusione e il brutto infortunio occorso a Valerio Mazzola. La sconfitta a Reggio Emilia invece poteva anche essere preventivabile, visto che eravamo senza Kravic, Delfino non stava bene e Tambone era alla sua prima partita dopo alcuni mesi”.

E ora la sfida contro la NutriBullet Treviso di domenica alle 18: “Quella di domenica sarà una partita durissima, visto che Treviso è in salute avendo vinto le ultime tre partite consecutive e nell’ultimo turno di campionato ha segnato cento punti a una formazione come Venezia, che è considerata tra le grandi squadre di questa stagione. Per noi quella contro la Nutribullet è una partita importante, perché dopo aver tenuto sempre un piede dentro alla qualificazione per la final eight di coppa Italia in questo girone di andata, ci piacerebbe metterli entrambi per essere definitivamente qualificati, ma la vittoria ci servirebbe anche in chiave salvezza, visto che con l’equilibrio che c’è in questo campionato per essere totalmente tranquilli servono ancora otto o dieci punti in classifica”.

Infine un punto sul mercato, visti gli infortuni di Delfino e Mazzola: “Lo stiamo monitorando, ma come società non ci è mai passato per la mente di sondare giocatori che sono sotto contratto con altre formazioni, perché non è corretto”

Fonte: legabasket.it