Il posticipo del girone C di Serie B tra RivieraBanca Rimini e Giulia Basket Giulianova più che per il risultato passerà alla storia come la trasferta più atipica di tutte per la squadra romagnola.
Si gioca al “Flaminio” di Rimini, ma in “casa” risulta essere la società abruzzese che ha chiesto l’inversione di campo data la ridotta capienza del “PalaCastrum” a causa delle restrizioni sulle presenze dovute al Covid-19.
La squadra “ospite”, pur priva di due pilastri come Rinaldi e Tassinari la vince con un ottimo Saccaggi, autore di 22 punti con 6/11 da tre punti.
Ottima la prova del giovane Fabiani, tanta energia sui due lati del campo, condita da 20 punti realizzati.
Encomiabile la compagine abruzzese per la volontà e l’intensità poste sul parquet, buone le indicazioni, arrivate a Domizioli da Pierucci, autore di 16 punti e Milani con 13 a referto.
Il punto di svolta è stato nel 3° periodo, il parziale è abbastanza eloquente, 19-4 per Rimini.

Inizio intenso con Fabiani e Saccaggi (2 triple) ad aprire le danze, per Giulianova, Milani a parte, tanti errori.
Al 5’ il punteggio recita 4- 12 in favore ospite.
Giulianova trova ritmo con i canestri di Buscaroli prima e con la tripla di Bischetti poi.
Primo quarto dominato dagli attacchi e da un Saccaggi formato super con 12 punti nei primi 8’ di gioco.
Il primo tempino si chiude sul 20-30 in favore dei romagnoli. che provano a dare il primo strappo alla partita, ma Giulianova, mette tanta energia in campo soprattutto in attacco.
In apertura di secondo quarto è Scarponi il primo a muovere la retina con la prima tripla della sua gara.
Tanti, troppi, canestri sbagliati sotto entrambi i tabelloni nella prima metà della seconda frazione.
 A sbloccare la situazione di impasse ci pensano prima Mladenov, per Rimini, poi Pierucci e Caverni per i locali.
Con 2 triple riportano gli abruzzesi a – 7 a metà secondo quarto.
La squadra di Domizioli prova ad avvicinarsi, mentre la truppa di Ferrari dimostra di avere un momento di appannamento.
Ci pensano due canestri dai 6 e 75 di Saccaggi e un canestro di Masciadri a svegliare Rimini.
La “Giulia Basket” prova a non far scappare i riminesi con una tripla e un percorso netto ai liberi di Milani che, insieme al canestro di Bischetti, tengono i padroni di casa in gara.
All’intervallo gli ospiti conducono per 55- 44, ma gli abruzzesi non sembrano voler mollare.
Alla ripresa del gioco 8 punti di Bedetti e un canestro di Rivali consentono a Rimini di allungare, 46-65 e time out Giulianova a 7’ dalla terza sirena.
I ragazzi di Ferrari trovano ritmo e buone trame offensive scappando sul +30 nella seconda metà del terzo quarto.
Gli ultimi 10’ di gara hanno poco da raccontare, RBR va in campo con un folto numero di under mentre Giulianova tenta di rendere meno pesante il passivo.
Finisce 84-102 in favore di Rimini.

“Stiamo vivendo un momento difficile sia a livello sportivo che societario, ringraziamo Rimini che si è messa a disposizione e ci ha ospitati. Parlando di basket giocato abbiamo cercato di giocare la nostra pallacanestro, con vari penetra e scarica e tiri presi nei primi secondi dell’azione. Non disponiamo delle armi tecniche e fisiche per contrastare una squadra come Rimini, ci hanno surclassato a rimbalzo.
Faccio un plauso ai miei under che ci stanno mettendo il cuore ogni giorno.”

Così si è espresso coach Massimiliano Domizioli al termine della gara.

“Fisicamente sono al 50%, ma sono contento di come sono stato in campo. Voglio ritrovare il passo gara al più presto e dare il massimo per i miei compagni. Abbiamo sbagliato l’approccio all’inizio, ma poi siamo saliti di livello.”

Borislav Mladenov ha raccontato così la vittoria di Rimini, insieme a lui in conferenza ha parlato anche il vice allenatore biancorosso Simone Brugè:

“Mi è piaciuto l’apporto dei giovani, è una bella soddisfazione. Non è la prima volta che entriamo male in partita, dobbiamo crescere sotto questo aspetto, oggi non avremmo dovuto incassare 84 punti.”

Così si è espresso il secondo di Mattia Ferrari, che poi ha proseguito parlando di Tassinari e Rinaldi:

“Stanno recuperando, ma i tempi sono da valutare, non abbiamo fretta. Oggi non li avevamo ma la squadra ha risposto bene, il rientro di Saccaggi ci è servito tanto, ha tanti punti nelle mani e adesso arriva la fase calda della stagione, ci darà una grande mano.”

di Matteo Briolini