Nella giornata di oggi, presso Casa Virtus, si è svolta l’annuale brindisi di auguri tra i dirigenti della Virtus Segafredo Bologna e la stampa. A margine, Paolo Ronci ha parlato cosi del 2022 che va concludendosi:

“Chiudiamo un 2022 con tanti ricordi positivi, tra cui la conquista di un Eurocup che ci ha riportato in Eurolega e il mantenimento delle promesse fatte dal Dott. Zanetti: in questo momento stiamo disputando la massima competizione europea per club e siamo reduci da un doppio turno casalingo con tanto pubblico, un’atmosfera fantastica come mancava da tanti anni a Bologna. L’augurio devo farlo a tutto il mondo Virtus, alla città di Bologna e a tutti i nostri tifosi: a costo di ripetermi, l’atmosfera di queste serate di coppa era fantastica e poter chiudere l’anno con una partita dal grande fascino come quella contro il Fenerbahce, ci permetterà di avere il grande piacere di viverla insieme alla città di Bologna e ai nostri tifosi a cui vanno i nostri più grandi auguri per una Natale felice in famiglia e un 2023 ricco di successi.

“Il bilancio? Sono molto critico in generale, il bilancio ci fa essere soddisfatti ma puntiamo a fare sempre meglio: in campionato siamo primi da soli e non è una cosa scontata dal momento che stiamo sperimentando sulla nostra pelle cosa significa avere questo numero elevato di partite e in termini di dispendio fisico e mentale, oltre che di infortuni. In Eurolega stiamo combattendo e la squadra risponde in modo concreto alle sconfitte, anche se potremmo aver avuto qualche vittoria in più per avvicinarci al nostro obiettivo, ma abbiamo comunque accumulato esperienza e ci sentiamo di offrire ai nostri tifosi una squadra che lotta ed è capace di riprendersi.”

“Anche la nostra squadra femminile ci rende molto orgogliosi perchè anche li stiamo affrontando un percorso nuovo come l’Eurolega, ma per motivi “anagrafici” della squadra, che ha un percorso storico più giovane ci sono tanti parallelismi con ottime prospettive: in campionato, a fronte di qualche infortunio che ha privato la squadra di alcune giocatrici chiave, sono comunque arrivate vittorie importanti come quella su Venezia e occupiamo il secondo posto. Fino alla fine lotteranno per gli obiettivi prefissati, scudetto e Coppa Italia, e di questo ne siamo sicuri: in Eurolega alcune partite sono state molto buone, altre meno, che ci avrebbero garantito una posizione diversa, ma viene da se che è un percorso fatto di esperienza considerando le assenze che abbiamo avuto.
Siamo molto felici anche del settore giovanile: è un percorso nuovo, con tanta attenzione sul territorio, dalla città di Bologna e dalla provincia, con buone indicazioni dai responsabili del settore giovanile. Per noi il risultato è importante ma l’impatto sociale sulle città molto di più perché far parte della famiglia virtussina per noi deve essere motivo di grande orgoglio.”

“Mercato? Sul mercato, come tutte le squadre di Eurolega, siamo sempre attenti: se a giudizio dello staff tecnico ci sarà necessità, saremo pronti a farlo, valutando insieme ma non siamo mossi dalla fretta. Qualora dovessimo individuare un profilo che dovesse accrescere il valore della squadra, non ci tireremo indietro come questa società ha sempre fatto. Serve avere anche pazienza nella valutazione sul lungo-medio periodo su un giocatore ed è sbagliato valutarlo ogni 48h.”

Fonte: virtus.it