Al termine di una lunga battaglia la Germani Brescia cade in Lettonia sconfitta sul punteggio di 79-72 dal Promethey. La squadra di Alessandro Magro mette così ad una striscia di tre vittorie consecutive (arrivate contro Badalona, Bursaspor e Cedevita Olimpija Lubiana) in Eurocup, non riuscendo a ripetere la strepitosa prestazione dell’andata (dove aveva sconfitto gli ucraini 104-70), ma rimane saldamente nella corsa playoff rimanendo al settimo posto con un bilancio di cinque vittorie e sei sconfitte. La squadra di Alessandro Magro paga un pessimo avvio di quarto periodo, dove la squadra ucraina è riuscita a prendere il largo raggiungendo anche il +12 (71-59) a metà periodo e gestendo nel finale i tentativi di rientri di Brescia. La squadra italiana all’interno della sfida ha sofferto soprattutto in fase difensiva, con gli ucraini che hanno potuto beneficiare di ben 31 tiri liberi (di cui 21 messi a referto) che li ha prima tenuti in partita nella terza frazione e poi gli ha permesso di chiudere la sfida nel quarto periodo. Difficoltà che la squadra bresciana ha manifestato anche nella protezione del ferro, come ben evidenziano i 46 rimbalzi catturati dal Prometey di cui 17 in fase offensiva, che sono eccessivi per pensare di competere contro una squadra che occupa le prime posizioni in Eurocup. Anche in attacco la squadra italiana ha mostrato alti e bassi, riuscendo a rimanere avanti nella seconda frazione grazie all’ottima percentuale da tre punti, ma faticando a trovare delle soluzioni soprattutto nella ripresa. Per la squadra italiana arrivano 20 punti di Amedeo Della Valle e 16 di CJ Massinburg. La squadra ucraina d’altro canto si conferma ai vertici della competizione al terzo posto con sette vittorie e quattro sconfitte. Il Prometey si dimostra una squadra che può continuare a sorprendere nella competizione, con un attacco sempre efficace e che adora giocare in velocità e con una difesa solida e concentrata soprattutto nei momenti chiave della gara. Per la squadra ucraina arrivano 17 punti di DJ Kennedy e 17 di Issuf Sanon.

LA CRONACA 

Nel primo quarto a partire meglio sono gli attacchi, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie, così dopo tre minuti il Prometey è avanti 8-5. La partita prosegue sui binari dell’equilibrio, con nessuna delle due squadre che riesce a far pendere l’inerzia della sfida dalla sua parte, così a tre minuti dal termine del quarto gli ucraini sono avanti 10-9. Brescia alza l’intensità difensiva e riesce a superare chiudendo la prima frazione in vantaggio 15-19. Nel secondo quarto parte meglio il Prometey, che riesce a ridurre il gap e dopo tre minuti è sul -2 (20-22). Brescia alza nuovamente l’intensità difensiva ed allunga nuovamente volando sul +6 (27-33). L’andamento della gara non cambia e il team di Magro arriva all’intervallo avanti 31-35. Nel terzo quarto parte meglio il Promethey, che alza l’intensità difensiva e così riesce a superare portandosi sul +3 (40-37) dopo tre minuti. La partita prosegue sui binari dell’equilibrio così a tre minuti dal termine del periodo le squadre sono in parità sul 48-48. Brescia a contro-sorpassare e chiude la terza frazione avanti 52-53. Nel quarto periodo parte meglio ancora la squadra ucraina, che riesce a riportarsi avanti ed a sette minuti dal termine è sul +3 (60-57). Il Promethey prova a scappare raggiungendo anche il +12 (71-59), ma Brescia resiste ed a tre minuti dalla sirena finale è sul -6 (73-67). Il Prometey vince 79-72.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Amedeo Della Valle, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti