La Serbia annichilisce il Sud Sudan grazie ad una migliore percentuale da tre punti, 17/32 (53%) contro il 13/33 (39%) della squadra africana e con una netta supremazia a rimbalzo, con 38 carambole catturate contro le 25 della squadra di Ivey. La squadra di Pesic ha anche una migliore percentuale da due punti, 25/36 (69%) contro il 17/32 (53%) del Sud Sudan ed anche una miglior percentuale in lunetta, 14/17 (82%) contro il 10/16 (63%) della compagine africana. Di seguito le pagelle:

 

SUD SUDAN:

Wenyen Gabriel 5: La stella del Sud Sudan oggi non riesce a brillare, mettendo in scena una prova opaca, subendo la fisicità dei giocatori serbi su entrambe le metà campo, chiudendo a quota 4 punti ma con un 1/5 dal campo

Carlik Jones 5: Era stato l’anima della squadra nella gara d’esordio contro Porto Rico, oggi invece non sembra essere la giornata in 21 minuti in campo appena 3 punti con un 1/5 dal campo, ma riesce a catturare 6 rimbalzi

Kuany Ngor Kuany 5,5: Anche per lui una prova di luci ed ombre, non riuscendo a trovare costanza su entrambe le metà, produce 6 punti con un 2/6 dal campo

Marial Shayok 6: Uno dei migliori nelle fila di questa squadra, in difesa fa quel che può ed in attacco la sua partita è positiva con 12 punti, 4 rimbalzi e 4 assist

Mayok Deng 6: In 21 minuti in campo disputa una buona sfida, dove produce 10 punti e 3 rimbalzi in attacco ed in difesa fatica come il resto della squadra

Deng Acuoth 5,5: Troppi alti e bassi per lui in entrambe le metà campo, appena 3 punti in attacco ed anche in difesa non riesce mai a trovare continuità

Koch Bar N.E.

Sunday Dech 5: Per lui una prova opaca, in fase offensiva produce 5 punti e 4 rimbalzi, mentre in difesa fatica molto non riuscendo mai a contenere i giocatori serbi

Dut Jok Kacuol 6,5: Oggi il migliore della squadra africana, in difesa fa quel che può, mentre in attacco è l’autentico mattatore della sua compagine chiudendo a 21 punti

Junior Madut S.V.

Khaman Maluach 5: In uscita dalla panchina non riesce ad avere un impatto, per lui appena 2 punti in in 13 minuti

Nuni Omot 6,5: Brilla oggi, ma non basta il suo importante impatto sotto i tabelloni dove produce 17 punti e 5 rimbalzi ed anche una discreta prova in difesa

coach Royal Ivey 5,5: La sua squadra fa quel che può, ma questa Serbia è di un livello superiore e così la sua squadra è costretta a subire un altro ko

 

SERBIA:

Bogdan Bogdanovic 7: L’autentico mattatore della sfida, ferisce del Sud Sudan in ogni modo, importante il suo impatto anche nella metà campo difensiva, chiude la partita a quota 23 punti e 9 assist

Ognjen Dobric 6,5: Anche lui è artefice di una buona partita oggi, bene in fase difensiva dove svolge un buon lavoro ed in attacco è sempre efficiente con 12 punti

Nikola Jovic 7: Uno dei grandi protagonisti del successo serbo, in attacco è un autentico fattore, per lui 25 punti in 27 minuti ed anche in difesa non delude

Stefan Jovic 6: In attacco non riesce a brillare, mettendo a referto appena 4 punti, ma è importante il suo impatto nella metà campo difensiva

Nikola Milutinov 7,5: Domina sotto i tabelloni, sia in attacco che in difesa a protezione del ferro, chiude con una doppia-doppia da 17 punti e 10 rimbalzi

Aleksa Avramovic N.E.

Dejan Davidovac 6,5: Quando chiamato in causa risponde sempre presente, in fase offensiva produce 8 punti ed anche in difesa è sempre attento e concentrato

Marko Guduric 6,5: Porta energia ed intensità in uscita dalla panchina, importante il suo impatto nella prima metà di partita, chiude a 11 punti e 3 rimbalzi

Vanja Marinkovic 6: In attacco fatica ad incidere, complice la scarsa precisione (2/7 al tiro), ma è in difesa dove si rende un protagonista del successo

Dusan Ristic 6,5: Buona partita la sua, dove in 15 minuti in campo produce 5 punti e 7 rimbalzi ed un fattore a protezione del ferro

Filip Petrusev N.E.

Borisa Simanic S.V. Appena 2 minuti in campo

coach Svetislav Pesic 7: La sua squadra continua a vincere ed a convincere ed ora si prepara ad affrontare la seconda fase (dove incontrerà ancora una volta l’Italia) arrivando da imbattuta con tre vittorie in altrettante gare

 

Nell’immagine Nikola Milutinov, foto FIBA

Valerio Laurenti