È stata una partita fisica, avvincente andata a sprazzi. La Fortitudo Bologna passa al Palasport Falcone e Borsellino di San Severo per 70-73.
La Kigili si impone grazie all’ottimo primo tempo giocato, culminato con un super parziale da 24-8.
Nonostante il -18 all’intervallo (30-48) San Severo non ha mai mollato tanto che comincia il terzo periodo con un parziale di 10-0. L’avvio di quarto dà fiducia agli uomini di Damiano Pilot che poi provano a ricucire fino alla parità. La Fortitudo però ha sempre rispedito al mittente tutti i tentativi di rimonta dei pugliesi. Anche nel quarto quarto lo spartito è rimasto lo stesso. San Severo comincia fortissimo, arriva sul -3 (57-60), ma la Effe riprende a comandare.
La Fortitudo con questa vittoria fa due su tre dando seguito al successo su Nardò della scorsa settimana. Ha trovato in Marcus Thornton una partita importante da 19 punti e 4 rimbalzi. Va in doppia cifra anche Pietro Aradori con 15 personali.
Per San Severo arrivano 17 punti da Agustin Fabi, 16 – con 12 rimbalzi – dell’ex di turno Ed Daniel e 13 di un positivo Matteo Bogliardi.  

La cronaca 

L’avvio di gara è caratterizzato da ottimi attacchi e difese un po’ più ballerine. Le squadre si battono continui colpi con Fabi e Davis sugli scudi e a metà frazione il punteggio dice 16-14 in favore dei padroni di casa. Al termine dei 10 minuti inaugurali il punteggio e di 22-24 per la Fortitudo.
Ad inizio secondo quarto è Bologna a prendere il primo vero parziale della partita. È Thornton il protagonista che porta i biancoblu avanti 27 a 35.
In campo nel secondo quarto c’è solo la Fortitudo. San Severo segna solamente 8 punti in 10’ e all’intervallo va sotto 30-48.
Inizio shock per la Kigili che subisce in 3’ un parziale di 10-0 che riporta San Severo a contatto: 40-50.
La situazione rimane invariata fino al termine del terzo quarto che finisce 48-58.
Come successo nel quarto periodo, San Severo comincia veramente bene il quarto periodo. Fabi e Ly-Lee portano i pugliesi a -3 sul 57-60.
Nel momento in cui l’inerzia sembra poter cambiare definitivamente però sale in cattedra ancora Thornton con canestri importanti: 66-73 a 1.30.
I pugliesi hanno il merito di non mollare mai, ma non riescono negli ultimi 90 secondi a ribaltare la situazione. La Fortitudo vince 73-70. 

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Marcus Thornton, foto (di archivio) Ciamillo-Castoria