BOLOGNA – Non è stata una delle migliori partite dal punto di vista estetico, ma alla Virtus Bologna serviva il risultato: al PalaDozza la Segafredo batte Reggio Emilia per 79-65.
Le V Nere dovevano riscattare, almeno moralmente, la sconfitta di venerdì contro l’ASVEL in Eurolega. Il successo è arrivato e maturato nella ripresa. Lo strappo negli ultimi cinque minuti è stato decisivo e la UNAHOTELS è caduta sotto i colpi di un ispirato Isaia Cordinier.
La squadra di Menetti ha retto perfettamente per i primi due quarti, dove ha messo anche più volte il naso davanti. Poi però la lunghezza delle rotazioni della Virtus – che mantiene il primato solitario in classifica vista l’imbattibilità – e il maggior talento degli uomini di Scariolo ha fatto la differenza.
Per la Virtus ci sono 18 punti di Jordan Mickey e 15 di Cordinier.
Per Reggio invece arrivano 16 da Mikael Hopkins e 11 da Osvaldas Olisevicius. 

La cronaca 

La prima metà del primo quarto è caratterizzato dalle ottime azioni di Reggio Emilia. La UNAHOTELS con Anim e Hopkins costringe Scariolo a chiamare il timeout sul 11-16.
Al termine del primo quarto gli ospiti sono avanti 21-18.
Il secondo quarto è tutto a tinte bianconere. Camara, Shengelia e Belinelli, assieme all’ottima difesa, portano la Virtus avanti sul 26-21.  

La reazione di Reggio non si fa attendere ed è tutta griffata Cinciarini. Assieme all’apporto di Olisevicius la squadra di Menetti rimette il naso davanti sul 35-32.
Alla pausa lunga si va sul 41-39 in favore della UNAHOTELS.
Al rientro in campo, le squadre si battono colpo su colpo. A Cinciarini e Olisevicius, risponde Weems. Ma la Segafredo a 3’ dalla fine del terzo quarto prova ad alzare il ritmo con Mickey e Cordinier: 56-52.
Il terzo periodo si chiude sul 62-57 con la prodezza sulla sirena di Belinelli.
Nel quarto periodo gli attacchi diventano più sterile, ma le V Nere mantengono il vantaggio: 66-59 a 5’ dalla fine.
I padroni di casa incrementano il proprio vantaggio fino a raggiungere, per la prima volta, la doppia cifra di scarto sul 73-63.
Il match termina 79-65.

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Kyle Weems, foto Ciamillo-Castoria