Le parole dei due coach, quello di Napoli Maurizio Buscaglia e quello di Verona Alessandro Ramagli, dopo il loro scontro nel dodicesimo turno di LBA:

 

MAURIZIO BUSCAGLIA:

“È stata una partita di strappi, di break e contro break, che non siamo mai riusciti a prendere in mano. Abbiamo più inseguito che condotto, ma siamo riusciti a prenderla in mano quando ci serviva nel terzo quarto. Negli ultimi dieci minuti abbiamo sbagliato molto, Verona no, abbiamo sbagliato riguardo alcune scelte, alcuni aspetti difensivi, Verona meno. Gli faccio i complimenti per la vittoria, hanno giocato con maggior calma nel finale, noi abbiamo perso fluidità che ritmo, che quintetti, abbiamo preso un parziale che ci ha fatto perdere la partita e ci ha fatto capire che bisogna ricominciare da capo su alcune cose, perchè manca la consistenza di tutta la squadra”.

 

ALESSANDRO RAMAGLI:

“Era una partita ad alta tensione, in campo si vedeva il desiderio di portarla a casa ma anche degli errori che in una situazione di serenità maggiore entrambe le squadre probabilmente avrebbero evitato di fare. Il quarto periodo è stato quello decisivo perchè siamo riusciti difensivamente ad avere un impatto importante e questo ci ha permesso di essere più sereni in attacco, trovare qualche canestro e recuperare lo svantaggio che si faceva pericoloso; invece siamo rientrati un passo alla volta senza fare eroismi perchè gli eroismi non aiutano. Poi abbiamo vinto meritatamente: la difesa nella parte finale della gara ha fatto la differenza e abbiamo trovato qualche match winner che ci ha aiutato a distribuire di più i tiri rispetto a quanto ci era successo in altre occasioni. Questo è stato molto importante per trovare qualche canestro in più, tenuto conto che queste partite si vincono perchè si riesce ad impattare difensivamente nel momento in cui la partita si decide”.