La Germani Basket Brescia ritorna alla vittoria in campionato, dopo le due sconfitte consecutive contro Venezia e Virtus Bologna, battendo sul parquet amico Reggio Emilia col punteggio di 84-77. Una Germani che chiude l’anno solare in bellezza dando seguito alla vittoria pesante ottenuta in Eurocup contro il Bursaspor. Grande partita di tutto il collettivo sia in attacco che in difesa con una menzione speciale per il migliore in campo, a nostro avviso, David Cournooh. Prestazione eccellente quella del 32enne di Villafranca di Verona che al di là di quanto fatto segnare dal tabellino (13 punti, 7 rimbalzi e 5 assist per 26 di valutazione) è una vera spina nel fianco per la formazione ospite. La sua difesa su Cinciarini manda parecchie volte in confusione Reggio che, senza l’ispirazione del suo mentore fatica a trovare il modo di recuperare lo svantaggio. Oltre al numero 25 biancoblù vanno segnalate le prove di Massinburg e Della Valle. Il primo, dopo l’infortunio occorso a Caupain, sta trovando la tranquillità necessaria per mettere a segno le sue giocate ed anche il pubblico comincia a sostenerlo. Il secondo, anche se non è quello della passata stagione, sembra giocare in sordina ma piazza comunque a referto 16 punti (il migliore dei suoi) e 4 assist di qualità. Niente male davvero. Per quanto concerne Reggio Emilia poco da dire. Gli uomini di coach Sakota devono ovviamente ancora assimilare tutto il bagaglio in dote al coach serbo naturalizzato greco e ci vorrà del tempo. La settima sconfitta consecutiva però implica che le ideologie di gioco debbano essere assimilate il più in fretta possibile; perché adesso l’Unahotels ha 4 lunghezze di distacco dal gruppetto delle penultime e salvarsi può diventare complicato. Riguardo all’incontro segnali positivi sono arrivati da Anim, miglior realizzatore con 16 punti, Reuvers e Diouf. L’assenza di un lungo importante come Hopkins, sospetta distorsione alla caviglia, l’ha fatta da padrone ma i compagni scesi in campo non hanno sfigurato. Brescia ora ritornerà in campo il 2 gennaio a Sassari mentre Reggio fra quattro gironi ospiterà Pesaro.

Cronaca:

Il primo quarto comincia con le due squadre che viaggiano a braccetto sino all’8 pari. Qui l’equilibrio viene spezzato quando Della Valle sale in cattedra e guida il primo parziale di 7-0 che porta il punteggio sul 15-8 in favore della Germani. Reggio Emilia però riesce a prendere le misure agli avversari grazie al professor Cinciarini che ispira i compagni e li aiuta a rintuzzare il distacco. Al suono della prima sirena il vantaggio di Brescia è di sole tre lunghezze (21-18). Il secondo quarto comincia esattamente come il primo. Sostanziale equilibrio iniziale sino al secondo parziale di 7-0 per Brescia che vola sul 32-24. Il protagonista del nuovo break però cambia perché a guidare la Leonessa sul +8 stavolta non è Della Valle ma CJ Massinburg. Il numero 5 biancoblù illumina il palazzetto realizzando poco dopo anche la prima tripla dell’incontro per i casalinghi. Anche Cournooh approfitta del buon momento  da oltre l’arco segnando il canestro del +12 (40-28). Distacco tra le due formazioni che riamane invariato fino alla pausa lunga con la Germani che chiude il primo tempo in vantaggio 45-33. Il secondo tempo comincia con 4 triple a bersaglio, due per parte, che aumentano lo spettacolo. Grazie ad un Gabriel ritrovato, che firma i primi 8 punti dell’incontro in questo quarto, Brescia si issa sul +16 (59-43) a metà tempo. Reggio Emilia prova a ritornare in partita grazie ai punti di Anim, Vitali, e Reuvers, ma una bomba di Taylor chiude il quarto mettendo Brescia sul +13 (65-52) all’ultimo giro di boa. Nell’ultimo quarto gli uomini di Magro amministrano il vantaggio concedendo lo stretto necessario all’Unahotels. Con un super Cournooh, che per tutta la partita ha fatto diventare matto Cinciarini, la Germani porta a casa il successo col punteggio finale di 84-77.

Qui le statistiche dell’incontro

in foto: David Cournooh (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi