Le parole dei due coach, quello di Scafati Attilio Caja e quello di Reggio Emilia Massimiliano Menetti, dopo il loro scontro nell’ottavo turno di LBA:

ATTILIO CAJA:

«Faccio i complimenti ai ragazzi, che hanno messo grande cuore e tanta energia in campo, disputando una partita che abbiamo meritato di vincere, riuscendo a tenere la testa della sfida per quasi tutta la sua durata.  Ho visto grande impegno ed abnegazione in una partita che mi aspettavo fosse nervosa e tesa, cosa che si è rivelata nelle percentuali di tiro. Sono contento per il risultato, che ci sblocca e ci infonde fiducia. La giusta ricompensa anche per chi, come la famiglia Longobardi, ci è vicina ogni giorno e mette tutti noi nelle migliori condizioni possibili per lavorare bene. Siamo un gruppo molto compatto, oggi ne abbiamo dato una bella dimostrazione. Peccato che l’importanza della posta in palio non ci ha permesso di chiudere prima la partita, cosa che sarebbe stata realizzabile se solo avessimo tirato con percentuali leggermente più alte. Ora ci impegneremo per provare a vincere anche la gara di domenica prossima, che per noi sarebbe molto importante».

 

MASSIMILIANO MENETTI:

“Siamo molto dispiaciuti, l’ultima azione ci eravamo costruiti il tiro della vittoria è lo specchio della nostra partita dove abbiamo costruito buone cose ma non siamo stati assistiti dalle parcentuali. Soprattutto nell’ultimo quarto abbiamo costruito buone, ma non siamo riusciti a dare continuità attraverso canestri importanti. Non mi piace dirlo, ma la squadra in queste condizioni con giocatori che ci mancavano ha dato tutto, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. È un momento difficile, non riusciamo a svoltare la stagione, ma dobbiamo restare uniti ed avere un po’ di salute e continuità nella salute dei nostri giocatori”.