Gara non bella, ma tirata filo all’ultimo respiro quella tra Scafati e Reggio Emilia. L’hanno spuntata i padroni di casa grazie ad una grande prova difensiva e il minor numero di palle perse (9 contro 13). In attacco hanno fatto la differenza gli extra possessi (11-7 i rimbalzi offensivi) e gli assist, appena 9 per gli emiliani che solitamente eccellono in questo fondamentale contro 17.

Pinkins (20 punti e 5 rimbalzi) nel primi tre quarti e Stone (16 punti, 7 rimbalzi e 7 assist) i trascinatori della Givova, mentre è apparso sottotono Logan (appena 2 punti con 1/10 al tiro). Cinciarini (13 punti, 9 rimbalzi e 8 assist) e Reuvers (18 punti e 9 rimbalzi) i migliori per l’Unahotel. Disastroso Olisevicus (3 punti con 1/6 dal campo e 2 palle perse).

 

Le pagelle:

GIVOVA SCAFATI

Stone 7,5: ha personalità da vendere, ma non lo scopriamo oggi. Nel finale si prende la responsabilità di gestire i possessi decisivi, nel momento in cui la squadra non riusciva a vedere la via canestro. Prestazione da vero campione.

Lamb 5,5: male al tiro e nel complesso una prestazione sottotono.

Thompson 6,5: cattura 12 rimbalzi in 15 minuti e, anche se il contributo in attacco è limitato, si è guadagnato la pagnotta.

Caiazza n.g.

Pinkins 7: mezzo punto in meno perché commette il quinto fallo in un momento delicato, ma per tre quarti di gara è stato semplicemente incontenibile.

De Laurentiis 6: pochi minuti in campo, ma nel finale cattura un rimbalzo di capitale importanza.

Rossato 5,5: impreciso al tiro, ma mette due bombe che in una giornata da 26% di squadra contano e come. Non riesce ad incidere come in altre occasioni.

Butjankovs 6: commette rapidamente tre falli che ne condizionano la prestazione, ma sotto le plance si fa comunque sentire.

Monaldi n.g.

Tchintcharauli n.g.

Logan 5: deludente, sia perché non ne mette una, sia perché tiene troppo palla e il più delle volte senza un’idea chiara di cosa fare. la brutta copia del Logan visto finora.

Imbrò 6,5: esordio senza dubbio positivo. Nel vivo del gioco, ha mostrato una buona intesa con i compagni, prendendosi responsabilità al tiro. Un innesto di qualità, che consentirà a Scafati di cambiare marcia.

All. Caja 7: voleva fisicità e aggressività e la squadra l’ha accontentato. Limitare ad appena 9 assist una squadra che con il solo Cinciarini viaggia ad una media di oltre 10 a partita è stata la chiave del successo. Deve lavorare sui cali di tensione, che hanno permesso a Reggio di rientrare quando la partita sembrava chiusa.

 

UNAHOTELS REGGIO EMILIA

Anim 6: serata non felice al tiro, ma in difesa si fa sentire soprattutto quando nel terzo quarto la zona di Reggio manda in tilt l’attacco campano.

Reuvers 7: il migliore tra i suoi con Cinciarini. Sfiora la doppia doppia facendo sentire il suo peso sia in fase offensiva che difensiva. Segna la tripla che rimette tutto in discussione nel finale.

Cipolla n.g.

Strautins 6: prestazione tutto sommata positiva, strappa rimbalzi preziosi e in attacco non fa mancare il suo apporto, anche se dalla distanza chiude con 1/5.

Vitali n.g.

Stefanini n.g.

Cinciarini 7: non vive una giornata felice al tiro, ma a suon di assist e difesa tiene viva la speranza di Reggio. In precario equilibro sbaglia di un soffio al tripla del successo.

Burjanadze 5: si fa vedere a rimbalzo, ma in attacco è totalmente assente.

Olisevicius 4,5: infrazioni di passi, imprecisione al tiro e scarsa aggressività in fase difensiva per una serata decisamente no.

Diouf 6,5: appena 6 punti, ma carica gli avversari di falli, lotta a rimbalzo e stoppa per ben 4 volte gli avversari.

All. Menetti 6: nonostante la panchina corta, riesce con la zona a tenere testa a Scafati fino all’ultimo secondo. In attacco la squadra si fa ingabbiare dall’aggressività dei campani, finendo per concludere spesso da tre e fuori ritmo.

Salvatore Possumato

 

FOTO: Stone, migliore in campo (Ciamillo-Castoria)