Alle 18:00 di sabato 17 febbraio si alzerà la prima palla a due delle semifinali delle Final Eight di Coppa Italia. Le sorprese fino ad ora non sono mancate, ma non si può sicuramente avere la certezza che siano terminate. Milano, Venezia, Reggio Emilia e Napoli cercheranno di accaparrarsi i due posti della finale.

 

Olimpia Milano – Reyer Venezia (18:00)

Le gare che hanno rispettato quelli che erano i pronostici di inizio torneo sono senza alcun dubbio da questa parte della griglia. Milano ha spazzato via Trento senza grandi difficoltà, con un Aquila che ha retto l’ondata milanese per appena un quarto, poi si è arresa davanti a una squadra superiore sotto tanti punti di vista, fisicità e talento su tutti. La Reyer invece ha dovuto faticare un po’ di più per rispedire Pistoia a casa. Gli uomini di coach Brienza non hanno mollato fino all’ultimo e Venezia si è dovuta affidare ai suoi giocatori più esperti, Tucker e Kabengele. Ora le due big si affrontano in una gara che si prospetta a ritmi alti e fisici. L’Armani sulla carta ha il pronostico dalla sua, ma anche maggior pressione data la stagione da riscattare e non sempre la squadra guidata da coach Ettore Messina ha dimostrato di saper reggere nei momenti difficili. La partita sarà in diretta su DAZN e Dmax dalle ore 18.

Pallacanestro Reggiana – Basket Napoli (20:45)

Dalle big si passa alle grandi sorprese di questa Coppa Italia. Il colpo grosso di Reggio Emilia che ha eliminato la Virtus Bologna, grande favorita alla vittoria finale, con una gara sporca che ha spiazzato le Vu nere. Napoli invece ha spento le speranze di Brescia di replicare quanto fatto la scorsa stagione. La Gevi trascinata anche dai tanti tifosi napoletani presenti all’Inalpi Arena si è aggiudicata una semifinale importante per il morale della squadra, visto il calo in campionato. Semifinale dunque inaspettata che assicurerà una finalista altrettanto imprevista. I campani dovranno sperare in un altra super prestazione di Pullen che brillato giovedì, così come Markel Brown e dall’altra parte ci si aspetta uno sfidante di tutto rispetto come Lagston Galloway, a dir poco incisivo contro la Virtus.

 

In foto (Ciamillo Castoria)

Alessandro di Bari