In Polonia, Žan Tabak lo puoi ingannare una, massimo due volte di fila. Ma se cerchi di farlo per una terza volta consecutiva, allora rischi di bruciarti. Questa, in sintesi, è la situazione della finale del campionato nazionale di Polonia, dove il Trefl Sopot di coach Žan Tabak ha riaperto la serie con due vittorie consecutive sui campioni in carica dei Lupi di Mare di Stettino (Szczecin).

Il successo più recente, frutto di una prova di carattere davvero convincente, ha permesso al Sopot di riportare la serie sul proprio terreno di gioco dove, nella Ergo Arena di Danzica, il titolo nazionale verrà assegnato in una ‘bella’ che, così come tutte le partite decisive di qualsivoglia playoff, sfugge ad ogni pronostico.

Una serie altalenante

Finora, la finale è stata contrassegnata da esisti altalenanti, con il Trefl a rimediare ad una sconfitta casalinga in gara 1 con un successo davanti al proprio pubblico nel secondo incontro, prima di venire sconfitto in due occasioni consecutive a Stettino.

Trovatosi con le spalle al muro, Tabak ha rovinato la festa scudetto al suo ex assistente Arkadiusz Miłoszewski, vincendo prima in casa propria gara cinque e, successivamente, espugnando il campo da gioco dei Lupi di Mare nel sesto incontro della finale.

Dominio di Sopot in gara 6

La sesta partita è stata una vera e propria prova di forza per Sopot, che prima di atterrare Stettino ha dovuto sferrare tre colpi ben assestati ai campioni in carica. Dopo avere aperto la partita con un parziale di 2:14, il Trefl ha risposto al rientro dei Lupi di Mare con un ulteriore parziale, stavolta di 3:13, nel secondo periodo.

Nuovamente rientrato in partita, Stettino ha tuttavia dovuto arrendersi all’ennesimo parziale, di 2:11, con il quale la compagine di coach Tabak ha preso il sopravvento prima dell’ultimo intervallo. Nel quarto periodo, infine, Sopot ha dilagato, chiudendo con un successo di ben 21 punti.

Difesa e circolazione di palla decisivi

Una difesa solida nel perimetro, con gli avversari tenuti ad un 27,3% dalla lunga distanza, è stata, per il Trefl, la chiave di volta dell’incontro sul piano tecnico, assieme ad una migliore prestazione a rimbalzo, soprattutto difensivo, e ad una circolazione di palla maggiormente efficiente.

Sul piano individuale, capitan Jarosław Zyskowski ha messo a segno 21 punti, con Jakub Schenk ad aggiungere 20 punti, 6 rimbalzi per Sopot. Andy Mazurczak con 20 punti, 5 assist, Zach Cuthbertson con 17 punti, rimbalzi sono stati invece i migliori marcatori per Stettino.

Riepilogo della partita seguita

Stettino vs. Trefl Sopot 80:101 – statistiche

Programma delle finali

Trefl Sopot vs. Stettino 73:82

Trefl Sopot vs. Stettino 84:81

Stettino vs. Trefl Sopot 75:59

Stettino vs. Trefl Sopot 81:76

Trefl Sopot vs. Stettino 88:84

Stettino vs. Trefl Sopot 80:101

Trefl Sopot vs. Stettino – Domenica, 16 Giugno.

Matteo Cazzulani

Nella foto: Žan Tabak. Foto di Rafał Sobierański