di Eugenio Petrillo 

L’avventura in EuroCup di Brescia si chiude con la sconfitta sul campo di Levallois per 86-81. Boulogne ha stupito tutti e ha disputato un girone impressionante. È la settima vittoria nelle ultime otto partite dopo lo 0/2 iniziale. I francesi con questo successo si è guadagnato sicuramente il secondo posto nel girone, ma se domani Malaga dovesse perdere contro Ulm conquisterebbe una clamorosa prima piazza.
Brescia esce sconfitta non proseguendo il trend positivo del campionato con coach Maurizio Buscaglia. La partita per la Germani non avevamo molto significato ai fini della competizione europea, ma poteva essere un altro impegno che avrebbe dato ulteriore slancio alla squadra.
La vittoria non è arrivata, sono pesati i troppi rimbalzi offensivi concessi (16) e le troppe palle perse (17).
Contro Levallois comunque è stata una partita equilibrata, decisa solo nel quarto periodo dal cinismo dei francesi.
A Brescia non è bastato un TJ Cline da 26 punti, uscito poi malamente per falli e anche redarguito da coach Buscaglia.
Per la Leonessa va in doppia cifra anche Kenny Chery con 13 punti e 6 assist.
Per Boulogne-Levallois invece arrivano 24 dell’egiziano Assem Marei, 19 da Archie Goodwin e 11 da David Michineau.

La cronaca. 

A Levallois l’inizio di gara è estremamente equilibrato. Nè i padroni di casa né Brescia riescono a prendere il sopravvento: dopo 7’ il punteggio dice 14-13.
Al termine del primo tempo Boulogne conduce 22-21.
Dopo una prima parte di secondo quarto ancora equilibrata, a 3’ dall’intervallo i francesi trovano un mini allungo fatto di triple: 42-34 che costringe Buscaglia a chiamare time-out.
La Germani non ci sta. Cline si prende la sua squadra sulle spalle e accorcia fino la 44-41 all’intervallo.
Al rientro in campo però Brescia non è abbastanza concentrata. Le troppe palle perse pesano e Levallois va sul 50-43.
La squadra di Buscaglia non ci sta. Sacchetti e Chery salgono in cattedra e la rimonta è servita: 54-53 a 3’ dalla fine del periodo. È il figlio di Meo che con una bellissima penetrazione in area appoggia al labello il vantaggio bresciano sul 54-55.
Poi però sul finire di periodo i padroni di casa ritrovano la via del canestro e dopo 30’ sono avanti 61-58.
Il quarto e decisivo periodo è equilibrato. Levallois mantiene il vantaggio, ma Brescia rimane a contatto con gli avversari. Marei però completa un gioco da 3 punti che porta i suoi sul 73-68 che poi diventa 79-70 quando mancano solo 3’.
Goodwin mette il punto esclamativo con la schiacciata al volo: 86-76 e quinto fallo di Cline.
Boulogne-Levallois batte Brescia 86-81. 

QUI le statistiche complete del match