FOTO: Luigi Datome (Ciamillo-Castoria)

di Riccardo Brivio

Bella vittoria dell’AX Armani Exchange Milano, che alla prima delle due gare in quel di Istanbul si impone con fermezza contro il Fenerbahce. Dopo 30’ di gioco Datome e compagni arrivano a toccare anche il + 20 ed è solo nel quarto periodo che i padroni di casa riescono a diminuire lo svantaggio, complice un’Olimpia che alza con largo (forse troppo) anticipo le mani dal manubrio.

Punter 6,5
Contro il Barcellona è stato il giocatore che più è mancato a coach Messina. Oggi gioca una gara solida, mandando a bersaglio 13 punti in 26’ e iniziando a segnare fin da subito, come a voler mandare un segnale ad avversari, compagni e coach. Ottima prova per la guardia americana.

Leday 7
Con Punter è stato l’altro assente ingiustificato in quel di Barcellona e come il compagno anche lui ha saputo subito reagire con una buonissima prestazione. In una serata positiva della squadra, Leady mette in mostra tutto il proprio potenziale offensivo, segnando da tre punti e dentro l’area con grande continuità fino a terzo quarto inoltrato, sufficiente per far chiudere anzitempo la pratica Fener. Chiude con 15 punti, 7 rimbalzi e 20 di valutazione in 25’ dimostrandosi un importante faro offensivo per i milanesi.

Micov 5,5
Dopo un primo tempo abbastanza in sordina, nella ripresa si sblocca con una difficile tripla e un bel canestro dei suoi da centro area, di pura tecnica. Proprio nel suo momento migliore si innervosisce con gli arbitri per un fallo non fischiato (evidente) e prende un fallo tecnico che lo costringe alla panchina e di fatto lo toglie dalla gara.

Tarczewski 6
L’impatto sulla gara è stato decisamente migliore rispetto a quello di venerdì scorso in Spagna. Parte con una bella stoppata su De Colo, intensità difensiva e un bel canestro e fallo. Purtroppo, come spesso accade, sono i falli, talvolta ingenui, a condannarlo a pochi minuti sul parquet. Anche nella ripresa il terzo fallo dopo pochi minuti lo costringe ad uscire in anticipo dal campo di gioco, ma il Chacho fa in tempo a regalargli il “punto esclamativo” alzandogli un pallone magico per una schiacciata volante.

Delaney 5,5
Non la migliore versione di se stesso vista in questa stagione. Parte forte ad inizio gara, nella ripresa sembra meno lucido e forse un punteggio deciso e una partita in discesa per i suoi gli toglie concentrazione, come anche ad altri suoi compagni.

Shields 6,5
Resta in campo 20’ e anche questa sera porta a casa doppia cifra nei punti e le solite grandi giocate difensive. In una gara dove non spicca particolarmente sugli altri, si dimostra però ancora imprescindibile per coach Messina, giocando con semplicità, esperienza e dando la sensazione di essere sempre in perfetto controllo.

Brooks 6
La sensazione è che l’ala di passaporto italiano, pur giocando in una squadra zeppa di talento offensivo, talvolta sia esageratamente rinunciatario in attacco. Anche questa sera in 16’ appena due tiri dal campo con 2 punti, ma in difesa sa sempre essere prezioso e un’arma tattica comunque importante per lo staff tecnico dell’Olimpia.

Hines 6
Quando entra, dalla panchina, come al solito riesce a dare una scossa alla squadra. Punti, rimbalzi ed energia, ordinaria amministrazione ormai. Nella ripresa anche lui viene limitato dai falli e in totale resta in campo appena 15’, un grande affare per coach Messina in vista della gara tra meno di 48 ore, sul campo dell’Efes.

Rodriguez 6
Averlo a disposizione è, di default, un successo per Milano. Non è preciso da oltre l’arco (0/3), in 15’ sul parquet segna 4 punti con 4 assist ma l’impressione è che stia bene. Quando entra mette brio e con un paio di guizzi dei suoi anche stasera si assicura un posto nella top-10 delle migliori giocate della giornata.

Datome 7
Nella sconfitta in campionato contro Brindisi aveva dato segni di ripresa molto confortanti. Questa sera, a casa sua, gioca una partita solidissima, una prestazione “alla Datome” verrebbe da dire. Dieci punti a referto con 7 tiri, segnando quando la partita era ancora tutta da vincere. Un bel segnale per il capitano della nazionale.

FENERBAHCE

Hamilton 4,5, Brown 5, Westermann 6,5, Mahmutoglu 5, De Colo 6, Pierre 7, Barthel 6,5, Eddie 5, Muhammed 5, Duverioglu 6, Ulanovas 5,5