In conferenza stampa hanno parlato, al termine di gara2 di Virtus Bologna contro Treviso, coach Sasha Djordjevic e coach Max Menetti.

Queste le parole di Djordjevic:

“Vittoria importantissima, con tanto lavoro. Loro ci hanno messo in difficoltà, perché sono stati capaci di trovare canestri importanti. Questi hanno dato loro coraggio e l’idea di poterla vincere. Noi abbiamo preso molti rimbalzi, li potevamo sfruttare un po’ meglio. Sarà una serie tosta, contro squadra tosta: i nostri leader ci hanno aiutato, forse abbiamo sbagliato qualche libero di troppo, e giocata difensiva decisiva di Markovic. Spero possa riprendersi, l’ho visto molto meglio fisicamente. Siamo 2-0, bisogna recuperare le energie. I minutaggi? Noi cerchiamo sempre di capire cosa serva, questa è stata una gara lunga, con molti falli, ed è necessario stare attenti. Avrei voluto vedere qualcosa di più da qualcuno, andando meno di inerzia e più di letture. Ma sono i playoff, analizziamo le cose e andiamo avanti sperando di poter recuperare Weems. Abbiamo preso 50 rimbalzi, ma non c’è stata poi la transizione necessaria e forse qualche palle persa di troppo. Mi aspetto che qualche giocatore fisico riesca a spingere di più, penso ad Abass e Adams, o anche Hunter. Siamo concentrati, consapevoli di aver fatto il nostro in casa e che ora si deve cercare di vincere anche là. Qualche giocatore continua a commettere gli stessi errori, ci sono cambi sbagliati tra le guardie, ma dobbiamo anche dire che Treviso ha fatto bene, con Imbrò, Russell e l’atipicità di Sokolowski. Ho provato a rispondere alla loro fisicità mettendo in campo assieme Gamble e Hunter, c’è stato qualche errore e concesso qualcosa di troppo”.

Queste le parole di Menetti:

“La brutta notizia è che siamo 0-2, e questi sono i fatti. La buona notizia è che abbiamo giocato una ottima partita: forse meglio ieri, ma oggi maggiore attenzione sui dettagli. Fossimo stati 1-1 non ci sarebbe stato niente di strano o da recriminare, ce lo saremmo meritato, ma questi sono i playoff.”