MILANO – La Croazia batte 90-85 l’Ucraina. È un risultato importante ai fini della classifica perché dà i verdetti finali del girone C. Con il successo dei croati, l’Italia arriverà certamente quarta. Ma il 90-85 – in caso di vittoria dell’italbasket sulla Gran Bretagna – non permette ai balcanici di arrivare seconda. Agli uomini di Mulaomerovic infatti sarebbe servito vincere di almeno 8 punti per superare l’Ucraina nella classifica avulsa. Invece a 8 secondi dal termine, Bojan Bogdanovic ha sbagliato appositamente il tiro libero del +8, lasciando quindi il secondo posto agli avversari ucraini. In questo modo però rimaranno con il fiato sospeso fino a questa sera perché in caso (difficile) vittoria della Polonia sulla Serbia, la Croazia se la vedrà proprio contro la squadra di Svetislav Pesic.
Comunque quella tra Croazia e Ucraina è stata una partita in cui si sono visti parziali e contro parziali. I croati hanno provato più volte a prendere il largo, ma l’Ucraina è stata brava a ricucire sempre il divario. Ad inizio quarto periodo inoltre la squadra di coach Bagatskis aveva trovato il +5 grazie alle prodezze di Herun, Sanon e Bliznyuk.
Poi però nei minuti conclusivi di gara è salito in cattedra Simon che con una serie di giocate e letture si è reso veramente protagonista per il successo dei suoi.
Per la Croazia arrivano 27 punti di Bogdanovic, 13 di Mavra, 11 di Simon, 10 di Matkovic e 10 anche di Zubac.
Per l’Ucraina ci sono 21 di Herun, 16 di Bliznyuk, 14 di Mykhailiuk, 11 di Sanon. 

 Ad inizio partite vige l’equilibrio. Le squadre si studiano nei primi minuti. Herun prova ad essere il protagonista vista l’ottima marcatura su Mykhailiuk: 11-14 dopo 6’.
Alla fine del primo quarto c’è perfetto equilibrio: 21 pari.
Ad inizio secondo quarto è la Croazia a provare a prendere il largo. Mavra, Saric e Hezonja sbagliano poco o nulla. Matkovic si conferma riserva di lusso: gli uomini di Damir Mulaomerovic scappa sul 41-29 a 3.40 dall’intervallo.
Dopo aver superato la doppia cifra di vantaggio però la Croazia si blocca in attacco, l’Ucraina ne approfitta e accorcia all’intervallo sul 45-42.
La Croazia riprova ad imbastire un allungo nel terzo quarto con Bogdanovic. Ma l’Ucraina gioca sul serio e grazie ad un grande Mykhailiuk riesce a trovare il pareggio a quota 67 dopo 30’.
Inizia molto bene l’Ucraina nel quarto quarto. I giallorossi addirittura trovano il +4 quando mancano 5.30 di gioco. Poi però Bogdanovic e compagni piazzano un parziale di 9-0 e volano +5 (84-79).   

QUI le statistiche complete del match 

QUESTA la classifica 

QUI il calendario 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Bojan Bogdanovic, foto FIBA