Domani alle 19.00 verrà alzata la palla a due di Treviso-Trieste. Sarà una partita molto interessante tra due compagini che lottano per un posto nei playoff.

QUI TREVISO

La squadra di Max Menetti arriva alla partita contro Trieste dopo la vittoria al photofinish contro Cremona la scorsa settimana. Treviso si sta rivelando una delle rivelazioni di questo campionato, al momento si trova in settima posizione a quota 22 punti con un bilancio di 11 vittorie ed 11 sconfitte, ed sta attraversando un momento positivo, come testimoniano le tre vittorie nelle ultime tre giornate. Il team trevigiano, è riuscita anche a sopperire all’assenza di Logan (suo leader che la sta trascinando questa stagione) nella sfida di due settimane fa contro la Fortitudo e sta riuscendo a trovare risorse da ogni giocatore, che coach Menetti manda in campo, come dimostra la vittoria contro Cremona, ottenuta grazie ad un tap-in di Akele a 0,8 secondi dalla fine della gara. 

Per questo match all’interno della squadra non si registrano assenze. La chiave della partita sarà come Treviso riuscirà a limitare le folate della squadra di Dalmasson, che spesso questa stagione si sono rivelate decisive poi per la vittoria finale. Un altro fattore importante sarà il contenimento degli esterni di Trieste, come Alviti e Milton, che più volte in questa annata hanno saputo rivelarsi degli elementi chiavi dello scacchiere della loro squadra ed hanno saputo trascinare il team alla vittoria. L’ultima chiave della gara sarà contenere l’impatto di Mike Henry, che dopo un avvio di stagione fenomenale ed un piccolo periodo di appannamento, sta tornando a fare la differenza sia nel pitturato che fuori dall’area, rivelandosi un elemento cruciale con le sue giocate.

QUI TRIESTE

Trieste si presenta alla sfida contro la truppa di Max Menetti dopo la sconfitta subita contro la Reyer Venezia di De Raffaele, che ha interrotto una striscia di due successi consecutivi, che erano arrivati rispettivamente contro Reggio Emilia e Cantù. La squadra di Dalmasson è un altro team che sta disputando una stagione sopra le aspettative, dimostrando coesione di squadra e grande intensità ogni volta che ha calcato il parquet. Al momento occupa il sesto posto della graduatoria a quota 22 punti, anch’essa come Treviso con 11 vittorie ed 11 sconfitte. La truppa di Dalmasson, nonostante abbia avuto un periodo in cui sia stata fortemente colpita dal Covid-19, sta giocando questa grande stagione, grazie alla grande crescita di Davide Alviti, nonostante ultimamente sia calato nelle prestazioni e a Milton Doyle e Mike Henry, che stanno trascinando la squadra partita dopo partita.

Nell’Allianz Trieste saranno tutti presenti alla gara. La chiave della partita sarà l’apporto di Andrejs Grazulis, appena tornato dall’infortunio ed in stagione ha saputo rivelarsi un uomo importante nello scacchiere di Dalmasson. Un altro fattore sarà il contenimento dei lunghi di Treviso, come Akele e Mekowulu, che oltre a mostrare solidità nel pitturato, hanno dimostrato durante la stagione anche di essere molto atletici. L’ultimo elemento della gara è come riusciranno a limitare Logan, che nonostante i 38 anni, continua a fare la differenza in LBA, dimostrandosi uno dei migliori realizzatori in campionato.

 

David Logan e  Juan Fernandez: foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti