Dopo l’amichevole con la Slovenia in cui il neo CT Giancarlo Pozzecco ha potuto dare spazio a giovani elementi, che potrebbero rappresentare il futuro della Nazionale, l’Italbasket torna in campo in una gara ufficiale contro l’Olanda per l’ultima partita della prima fase delle FIBA World Cup Qualifiers. Con qualificazione alla seconda fase già archiviata, complice l’esclusione della Russia dalle competizioni FIBA, per l’Italia sarà importante trovare un successo per chiudere il girone al primo posto e per trovare due punti importanti, dato che nel prossimo girone (dove incontreremo Spagna, Georgia ed Ucraina) si portano anche i punti ottenuti nel primo raggruppamento. Ad Almere troveremo un’Olanda, che è ancora alla ricerca della prima vittoria nella competizione e che vorrà chiudere questa prima fase con un successo, per avere almeno un lumicino di possibilità di potersi giocare le residue chance di qualificazione alla prossima World Cup nel 2023. Per gli azzurri dopo i tanti debutti in quel di Trieste, tornano alcuni giocatori importanti come Gigi Datome, che non giocava in Nazionale dal 2019 ed Alessandro Pajola, assente a Trieste, dato che era impegnato fino a poco tempo prima nella finale scudetto contro Milano. Ancora assenti invece giocatori del calibro di Danilo Gallinari, che per gli accordi con l’NBA ancora non sarà a disposizioni, Belinelli ed Hackett, che hanno confermato la loro volontà di non voler tornare a vestire la maglia dell’Italbasket, Nico Mannion che al momento è negli USA e Nicolò Melli, che sta recuperando da un infortunio e dunque rivedremo solo ad Eurobasket. Confermati i giocatori di rilievo invece che erano già presente nell’amichevole contro la Slovenia, ovvero Amedeo Della Valle e Stefano Tonut. Dall’altra parte i Paesi Bassi si affideranno soprattutto alle loro certezze, su tutti i due talenti Yannik Franke, già visto in Italia a Trento, Worthy De Jong ed il giovane e promettente Keye van der Vuurst De Vries, che ha già dimostrato di potersi accendere da un momento all’altro. Dunque ci sono tutti i presupposti per una sfida che si potrebbe profilare fondamentale per il proseguo del cammino azzurro, soprattutto nella seconda fase e che andrà scena lunedì 4 luglio alle 19:30.

Valerio Laurenti