Continua la LNB Jeep Elite: Scott Bamforth è l’MVP grazie alla gara contro l’ASVEL, Orléans fa il colpaccio contro il Dijon e il Limoges affonda i Metropolitans.

Venticinquesima giornata svoltasi nel turno infrasettimanale: il weekend infatti sarà teatro dei quarti di Coupe de France. La competizione continuerà a svolgersi secondo la formula più tipicamente “calcistica”, con le semifinali da tenersi più avanti. Gli scontri saranno:

Sabato 20/03, alle ore 19:00, ASVEL contro Metropolitans; alle ore 20:00, in contemporanea, Dijon contro Strasburgo Orléans contro Le Mans; domenica 21/03, ore 18:00, Limoges contro Gravelines-Dunkerque.

Ma vediamo insieme cosa è successo tra martedì e giovedì:

MVP

All’Antares va in scena la partita più bella della settimana: scontro al top tra Le Mans e ASVEL. Gli ospiti partono benissimo, sulla scia di un fenomenale Guerschon Yabusele da 22 punti con 6/6 dall’arco che li porta fino al 31-41; i Manceaux riescono a rientrare sotto di 4 all’intervallo. Con 10 minuti da giocare i Lyonnais guidano, sul 63-70, e poi ancora sul finale, per 74-78: ma i leoni rientrano poi sul 77-78 grazie a un tecnico di Yabusele! Thomas Heurtel potrebbe chiuderla, ma sbaglia un libero: con Le Mans sotto di 2, Scott Bamforth pareggia rapidamente sull’83-83. Si va all’overtime.

Ed è qui che Bamforth prende per mano i suoi, segnando 12 dei 22 punti della squadra nei 5 minuti bonus. Tra questi, 2 triple pesantissime che spezzano le speranze dell’ASVEL: finisce per 105-96. Scott Bamforth chiude con 31 punti (9/15 dal campo, 11/11 ai liberi), 1 rimbalzo, 4 assist e solo 2 perse: MVP di giornata. Ottimo anche Ovie Soko, con 28 punti, 8 rimbalzi e 2 assist. Per l’ASVEL 27 di Yabusele, con 5 rimbalzi, e 19 di Heurtel (migliore in campo) con 8 assist.

COLPACCIO DI GIORNATA

A Orléans crolla, per la prima volta nel 2021 in Francia, il JDA Dijon: finisce 74-69 al Palais de Sports. Si spegne la striscia di 7 vittorie consecutive per la Jeanne: dopo 3 quarti di grandi scambi, evidenti dal 67-67 con 10 minuti da giocare, Paris Lee ha brillato nell’ultimo periodo, prima con una tripla e poi con 4 liberi a segno che hanno consegnato la vittoria all’OLB.

Per Lee 16 punti, 4 rimbalzi, 8 assist e 6 recuperi: mani fatate. Per il Dijon ancora una volta ottimo Gerald Robinson: 17 punti (78% dal campo), 1 rimbalzo e 2 assist. Bene anche Alexandre Chassang, in quasi doppia doppia da 14 punti e 9 rimbalzi.

LE BIG

Continua il disastro delle big, con i Metropolitans 92 che cadono in trasferta a Limoges. I padroni di casa conducono sul 48-34 dopo 20 minuti, ma al rientro dagli spogliatoi si scaldano Tomer Ginat, Archie Goodwin e Anthony Brown, che riescono a tenere vicine le due formazioni. Sul finale i Mets recuperano fino all’83-79, ma i limogeauds la chiudono sull’85-79. Super Jerry Boutsiele (19 punti e 11 rimbalzi), aiutato da un cruciale Speedy Smith (16 con 9 assist); per Levallois, alla seconda sconfitta consecutiva, bene Goodwin, che chiude con 17 punti, 3 assist e 2 recuperi.

Il JL Bourg ne approffita e appioppa al Pau-Lacq-Orthez la decima sconfitta consecutiva: all’Ekinox non c’è gara, finisce per 88-58 grazie a un fantastico terzo periodo. Ben 6 giocatori in doppia cifra per i Bressans: brillano Zack Wright, con 12 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, e soprattutto Alen Omic, con 24 di valutazione frutto di 12 punti e 10 rimbalzi. Per il Pau si salvano il solito Petr Cornelie (16 punti, 7 rimbalzi e 3 assist) e un fantastico Drame Ousmane: 14 punti senza errori dal campo, 4 rimbalzi, 1 stoppata, 3 assist e 2 recuperi. Ora il Bourg è saldamente in terza posizione e punta a scavalcare Dijon.

Nel posticipo del giovedì il SIG Strasbourg non trema e ferma la corsa del Gravelines-Dunkerque. I corsari del BCM volano nel terzo periodo, ma la combo Jefferson-Wainright-Lansdowne ha riportato gli ospiti avanti sul 60-70, che si allunga poi fino al 61-77. Molti si sarebbero arresi: non Briante Weber, Aleksej Nikolic e Gavin Ware, che rimontano fino al 78-79! Un clamoroso parziale di 17-2, reso inutile dalla fermzza di Brandon Jefferson che ha segnato dalla linea della carità il 78-81. Per lui 24 punti e 5 rimbalzi, fondamentali in una serata spenta per Colson (appena 6 punti, ma ben 3 stoppate). Incredibile Gavin Ware per il BCM: 20 punti con 9/12 dal campo, 5 rimbalzi e 3 assist per 23 di valutazione.

LE ALTRE

Torna a perdere il Boulazac, abbattuto da un Elan Chalon autoritario: al Colisée finisce 80-68, anche grazie a un parziale di 11-4 in uscita dagli spogliatoi che li ha portati fino al 57-41 dal quale hanno tranquillamente gestito la gara. 10, con 5 rimbalzi e 5 assist, per Sean Armand, 15 con 4 rimbalzi per Myles Hesson; migliore in campo Jordon Crawford, con 12 punti, 4 rimbalzi e 8 assist. Unico salvo del BBD è John Flower: 20 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

Ancora una sconfitta per il Nanterre, per l’occasione in casa contro il Roanne: finisce 74-79. La Chorale realizza un gran colpo allontanandosi dalla zona retrocessione, grazie in partenza a Ronald March e in chiusura a Sylvain Francisco. Per il secondo 15 punti, 4 rimbalzi, 5 assist e ben 2 stoppate, mentre March chiude con 17 punti. Brilla Marcquise Reed per Les Verts: 13 punti e 8 rimbalzi. Male Cordinier, che ha 5 rimbalzi e 6 assist ma tira con un atroce 3/11 dal campo.

Altra gran partita in scena al Complexe Sportif René Tys: i padroni di casa del Chalons-Reims ospitano Le Portel. I vichinghi soffrono all’inizio il trio d’archi Leslie-Archie-Water, fino al 66-53: poi nel quarto quarto l’ESSM ha invertito la tendenza, tornando sotto di 4 sul 75-71 e addirittura pareggiando con i canestri di McIntosh e Joseph! La bomba di Leslie e la schiacciata di Taylor (su assist magistrale di Waters) hanno però chiuso la gara sull’88-82, che regala agli champenois la differenza canestri a loro vantaggio.

Il sopracitato trio d’archi fa faville: 24 punti, 5 rimbalzi e 3 assist per Dominique Archie, 22 punti, 5 rimbalzi e 2 assist per Travis Leslie e infine 21 punti e 8 assist per Dominic Waters: in tre, fanno 67 punti e 68 di valutazione. Peccato per il capitano del ESSM, Benoit Mangin, che lascia pure l’anima sul parquet segnando 24 punti e smazzando 9 assist, anche se perde 4 palle.

Momento di pausa per la LNB Jeep Elite, con i quarti della Coupe De France previsti per il weekend: ci saranno però tre recuperi fondamentali per la parte bassa della classifica. Occhi puntati, in vista di un finale di stagione all’ultimo sangue, soprattutto sulla sfida tra Pau e Roanne.

LEADER DI GIORNATA:

PUNTI: Bamforth 31, Soko 28, Yabusele 27
RIMBALZI: Yarou e Boutsiele 11, Omic 10, Chassang 9
ASSIST: Speedy Smith e Mangin 9, Crowford, Heurtel, Lee e Waters 8

CLASSIFICA:

  1. Monaco (10v 1p)
  2. Dijon (12v 3p)
  3. JL Bourg (10v 3p)
  4. Strasburgo (9v 4p)
  5. Metropolitans 92 (10v 6p)
  6. Le Mans (7v 5p)
  7. ASVEL Lyon-Villeurbanne (7v 5p)
  8. Orleans (7v 6p)
  9. Limoges (6v 7p)
  10. Gravelines-Dunkerque (67v 7p)
  11. Nanterre 92 (5v p)
  12. Chalon/Saone (5v 8p)
  13. Le Portel (5v 8p)
  14. Chalons-Reims (5v 9p)
  15. Roanne (4v 9p)
  16. Cholet (3v 7p)
  17. Pau-Lacq-Orthez (3v 11p)
  18. Boulazac (1v 9p)

PROSSIMO TURNO:

Sabato 20/03, ore 18:30, MONACO @ CHOLET
ore 19:00, ROANNE @ CHOLET
Domenica 21/03, ore 17:00, LE PORTEL @ ELAN CHALON
Martedì 23/03, ore 19:00, NANTERRE @ LYON-VILLEURBANNE
Mercoledì 24/03, ore 20:00, GRAVELINES-DUNKERQUE @ JL BOURG

FOTO: Scott Bamforth (Le Mans)

Yuri Pietro Tacconi