I verdetti della quarta giornata di Serie A sono stati emessi e come di consueto, noi di Basket Magazine, vi portiamo la rubrica settimanale “L’Ottovolante”.
Tutto il meglio ed il peggio dell’ultimo turno di LBA, come una montagna russa: chi sale e chi scende. 

SALGONO 

Venezia 

Senza ombra di dubbio il risultato più importante arriva dal Taliercio. La Reyer spezza l’imbattibilità milanese per la prima volta in stagione in Serie A. Lo fa al termine di una prova di totale sostanza e maturata anche dal talento dei giocatori orogranata.
Questa vittoria sicuramente rende meno amare le delusioni europee arrivate nei giorni precedenti, ma soprattutto dà slancio e convinzione per il futuro. Proprio a partire dalla trasferta di Cluj. Per la prima volta si è visto il race valore di Jayson Granger, migliore in campo nella partita più difficile.
Venezia però ha disputato un’ottima prova corale sfruttando le difficoltà e le poche energie a disposizione di Milano dopo il doppio impegno in EuroLeague della scorsa settimana. 

Brindisi 

La Happy Casa manda un segnale forte è chiaro: Brindisi c’è! La squadra di Frank Vitucci vince una partita importantissima (82-81) contro la sempre ostica Brescia.
Brindisi fa valere la leggere del PalaPentassuglia e lo fa affidandosi al solito Nick Perkins e a Marcquise Reed. Il primo non lo scopriamo certo oggi, è un continui di prestazioni altisonanti e ormai è diventato un brindisino doc. Il secondo è arrivato in Italia e sta dimostrando di poter essere un giocatore importante: 19 punti in 32’ con 7/12 dal campo. 

La Campania dei successi: Napoli e Scafati 

Accorpiamo le due squadre che hanno fatto sorridere la Campania: Napoli e Scafati.
Eravamo sicuri che le prime due sconfitte non avrebbero scalfito l’animo della GeVi. Il calendario difficile per rompere il ghiaccio, non ha fatto vacillare la barca. Tanto che al momento giusto sono arrivate due vittorie importanti. La prima con Reggio Emilia e la seconda a Pesaro in una partita incredibile finita al overtime. La squadra di Buscaglia è stata sotto, ha sofferto, recuperato e vinto con grande personalità alla Vitrifrigo Arena contro una compagine in salute come la VL.
Scafati invece al PalaPartenope ha trovato il primo gol stagionale. Una soddisfazione incredibile per la squadra del patron Longobardi nel “derby” delle neopromosse contro Verona. L’artefice? David Logan, inserito nel roster scafatese in settimana. Non un certo un caso. Oltre ai 22 punti del professore per la squadra di coach Rossi sono fondamentali i 20 di Riccardo Rossato. 

SCENDONO 

Reggio Emilia 

Sempre più in difficoltà la UNAHOTELS. Reggio Emilia non sa proprio più vincere e l’81-87 subito in casa contro Varese è un chiaro segnale di crisi.
La squadra di Menetti è spenta sotto tutti i punti di vista: dall’idee, al gioco espresso in campo.
Visto il doppio impegno Reggio Emilia è chiamata a registrarsi il prima possibile per evitare spiacevoli situazioni. Serve molto di più. Contro Varese – non un avversario insormontabile – si è visto un buon Kassius Robertson (23 punti), ma un pessimo DJ Funderburk da 0 in 10′. 

Trieste 

È brutto da dire e pensare, ma sembra che Trieste sia la squadra che si presenta all’avversaria già a mani alzate.
Non funziona quasi nulla. Tolta la prestazione – con sconfitta – contro la Virtus, i giuliani continuano a perdere e a prendere imbarcante umilianti, sia in casa che in trasferta.
All’Allianz Dome l’ennesima di questa stagione. Contro Tortona non c’è stata gara per un 60-88 finale.
Coach Legovich è sulla graticola, ma la situazione difficile triestina è molto più ampia rispetto alla guida tecnica. 

MVP BM

È tornato, ancora una volta in un’altra esperienza italiana ma con una maglia nuova. Parliamo di David Logan che ha letteralmente preso sulle spalle Scafati e condotta alla vittoria su Verona. Arriva così il primo successo stagione della Givova e lo fa grazie alla grande prestazione del Professore: 22 punti (2/3 da due, 4/9 da tre) con 4 rimbalzi, 6 assist e 24 di valutazione. 

QUINTETTO IDEALE BM

DAVID LOGAN (Scafati): 22 punti e 6 assist
JEYSON GRANGER (Venezia): 18 punti (3/4 da due e 4/5 da tre)
JAMAL JONES (Sassari): 15 punti (6/6 da due), 4 rimbalzi, 2 assist
MIKE DAUM (Tortona): 15 punti (3/3 da due), 5 rimbalzi e 2 assist
JACOREY WILLIAMS (Napoli): 19 punti e 9 rimbalzi 

TOP U22 BM

NICO MANNION (Virtus Bologna): 13 punti, (3/5 da due, 2/2 da tre), 2 rimbalzi, 7 assist e 21 di valutazione 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine David Logan, foto Ciamillo-Castoria