Treviso sconfigge il Lavrio anche in gara-2 dei Play-In di Basketball Champions League sul punteggio di 78-90 in Grecia ed accede alle Sweet 16 della competizione. Nella seconda fase trovera il Baxi Manresa, il Tofas Bursa e la vincente del Play-In tra San Pablo Burgos e Darussafaka (serie sull’1-1). La squadra di Menetti, che era priva di Sokolowski e Sims, ha costruito la sua vittoria con la propria difesa, concedendo veramente poco alla squadra greca, e limitando i canestri all’interno dell’area, come dimostra il 30/69 (43%) dal campo del Lavrio. Tanti i protagonisti nella gara per la Nutribullet, che manda cinque giocatori in doppia cifra. A partire dal capitano Matteo Imbrò, che sta sempre di più ritrovando la miglior forma ed ha chiuso a 19 punti e 9 rimbalzi, ottima anche la prestazione del centro Aaron Jones, che in assenza di Sims, ha prodotto una doppia-doppia da 12 punti ed 11 rimbalzi. Buone anche le prove di Russell, fondamentale con le sue accelerazioni e la sua imprevidibilità ed ha chiuso a 18 punti e quella di Tomas Dimsa, autore anche lui a sua volta di 18 punti. Per quanto riguarda la fase difensiva invece si è messo in luce Akele, a cui ha saputo aggiungere un’ottima prova offensiva da 13 punti. Il Lavrio che era di fronte ad una sfida da vincere per continuare ad avere delle chance di vincere il Play-In, non è mai sembrata avere la forza per prendere l’inerzia della sfida in mano, rimanendo sempre in balia degli avversari e riuscendo solamente sporadicamente ad avere una reazione. Poche le risorse che ha potuto sfruttare la squadra greca, in luce l’ex Trieste Corey Sanders, autore di 13 punti, Geromichalos, che ha prodotto 18 punti e che per larghi tratti della prima metà di gara ha tenuto a contatto i padroni di casa e Mouratos, l’ultimo a morire dei suoi e che ha registrato 18 punti. A fare la differenza nella sfida la miglior percentuale da due di Treviso, 22/38 (57%) contro il 20/41 (48%) del Lavrio.

LA CRONACA

Nel primo quarto a partire meglio sono gli attacchi, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie, così dopo tre minuti Treviso è avanti 4-5. La gara continua sui binari dell’equilibrio, con le squadre che si rispondono colpo su colpo e così a tre minuti dal termine del periodo gli ospiti sono avanti 12-13. Il team di Menetti grazie alla grande intensità difensiva riesce ad allungare e concludere la prima frazione in vantaggio 14-22. Nel secondo quarto parte meglio il Lavrio che alza l’intensità in difesa e torna sul -1 (23-24) dopo tre minuti. Le squadre faticano a trovare la via del canestro, così a tre minuti dall’intervallo Treviso è avanti 23-29. La squadra italiana continua a controllare la sfida ed arriva all’intervallo in vantaggio 32-39. Nel terzo quarto il team di Menetti allunga ancora grazie alla grande aggressività difensiva e così dopo tre minuti è sul +10 (38-48). Treviso rimane in controllo della sfida e così rimane sul +9 (47-56) a tre minuti dal termine del periodo. Il Lavrio prova a ridurre il gap ma gli ospiti resistono e chiudono il terzo quarto avanti 55-62. Nella quarta frazione Treviso rimane in controllo della sfida e così a sette minuti dal termine della gara è sul +9 (58-67). La squadra di Menetti guidata da uno scatenato Imbrò continua ad allungare ed a tre minuti dal termine è in vantaggio 66-79. Treviso controlla gli ultimi minuti di gara e vince 78-90.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Matteo Imbrò, foto BCL

Valerio Laurenti