Il presidente della LBA Umberto Gandini è stato intervistato da Massimo Selleri de Il Resto del Carlino, queste le sue dichiarazioni:

“Sulla scelta di giocare le gare in back to back, questa decisione nasce dalla volontà delle squadre che partecipano alla Lba di agevolare il più possibile l’Olimpia Milano nel suo impegno della final four di Eurolega che sono un grandissimo traguardo. Da un lato è sicuramente un aggravio delle condizioni di gioco, ma è condiviso da tutti e questo riduce anche le trasferte e, quindi, i costi dando un prodotto di alto livello ogni giorno. Sul ritorno della Virtus Bologna ai playoff dopo sei anni, è evidente che la Virtus durante la mia presidenza è una società guida del movimento italiano, grazie agli investimenti importanti fatti da Zanetti. Sono piacevolmente contento di scoprire che tornano a disputare i playoff e sono nel lotto delle squadre che ambiscono ad un posto in finale. Sul ritorno del pubblico nei palazzetti, noi attraverso la federbasket abbiamo chiesto una deroga per i questi quarti di finale. Non l’abbiamo ottenuta, ma siamo fiduciosi che arrivi per le semifinali. Sarebbe un segno di ripartenza importante. Sul blocco delle retrocessioni, non è stato bocciato  perché non è mai stato portato in assemblea. Ci stiamo lavorando tuttora e fino al 30 giugno abbiamo la possibilità di tentare di non penalizzare Cantù, ma è chiaro che spetta al consiglio federale decidere se intervenire o meno, ma chi è arrivato ultimo ha gli stessi meriti degli altri per aver giocato tutte le partite e per questo dovrebbe parteciparvi anche l’anno prossimo”.