Il CEO della Virtus Bologna, Luca Baraldi, durante l’intervallo di Segafredo contro Olympiacos (poi vinta, non senza polemiche, dai greci per 85-83) è stato intervistato da Sky Sport. 

Queste le sue parole: 

“La stagione è difficile. Non eravamo abituati all’Eurolega, siamo debuttanti. Ma siamo più che soddisfatti, siamo comunque in linea per i playoff, almeno per il 7°-8° posto, è lì a un passo dai playoff. Poi, è dura abituarsi al ritmo Eurolega per le squadra novizie”.

Sull’incredibile apporto di Milos Teodosic. “Un grande campione, grande uomo, punto di riferimento, Sta dando tutto, anche al pubblico e a tutti i tifosi di basket”.

Il pubblico della SegafredoArena. “Stasera è venuto numerosissimo, ma ci è sempre vicino. In questa città e regione c’è una grandissima cultura di basket. Ed è bello vedere tanti tifosi dell’Olympiacos. Non mi aspettavo un’Eurolega così combattuta, e credo anche altri addetti ai lavori. Il livello medio si è alzato, la competizione è bellissima”.

Qualche ultima di mercato “Noi non abbiamo mai parlato come società. Si è chiuso il mercato interno all’Eurolega, non quello globale. Sappiamo che possiamo migliorare in certi comparti della squadra, il mercato è ancora aperto per altre posizioni. Noi siamo sempre sul mercato, e quando saremo convinti su un giocatore, agiremo”.

Il mancato arrivo di Polonara. “E’ un grande giocatore, ma la possibilità è mancata in estate. Lui ha fatto altre scelte e la squadra è stata costruita diversamente. Al di là di quel che si è letto, adesso abbiamo lavorato su un pivot, ma non abbiamo trovato il giocatore giusto, per ora. Lavoriamo anche sulla prossima stagione, e in questo ci aiuta il nostro coach, che ha una grande esperienza e visione globale del basket”.

Nell’immagine Luca Baraldi, foto Ciamillo-Castoria