Con meno di 48 ore di “riposo” dopo la partita di Kaunas, l’Olimpia torna a giocare in Italia dopo lo stop della Serie A. Contro Trieste, si tratta della quarta gara casalinga della stagione italiana. Milano è 3-0 e ha vinto le ultime 25 gare casalinghe nel campionato italiano, striscia che ovviamente ingloba l’intera stagione scorsa. La partita con Trieste ha un valore emotivo per il forte legame che unisce la Milano del basket alla sua anima triestina in questo caso rappresentata da Tonut, che però non sarà disponibile. La squadra allenata da Marco Legovich ha vinto le ultime due partite e mostrato eccellenti progressi. I due Frank, Bartley e Gaines, sono stati finora i più efficaci, quasi 34 punti di media in coppia. L’Olimpia ovviamente non può ancora utilizzare Tim Luwawu-Cabarrot, che è appena arrivato a Milano ma non è stato tesserabile per il campionato italiano dove potrebbe debuttare nel turno successivo a Treviso. Le assenze sono le stesse di Kaunas: Stefano Tonut, Billy Baron e Shavon Shields, infortunati. Gigi Datome, reduce da un’infezione virale acuta, necessita invece di un periodo di riposo: la data di rientro al momento non è determinabile.

NOTE – La partita EA7 Emporio Armani Milano-Pallacanestro Trieste si gioca domenica 20 novembre alle ore 18:00 al Mediolanum Forum. Clicca qui per i biglietti.

GLI ARBITRI – Lorenzo Baldini, Denny Borgioni, Marco Catani.

COACH ETTORE MESSINA – “Veniamo da quattro sconfitte consecutive in EuroLeague il che, aldilà delle attenuanti, ci mette in una posizione di debito nei confronti della nostra proprietà e dei nostri tifosi. Questo non è il momento di parlare, è solo il momento di lavorare a testa bassa, mantenere la posizione nel campionato di Serie A e giocare la miglior partita possibile domani contro Trieste, una squadra per la quale abbiamo il massimo rispetto e che si è ripresa con merito da un avvio di stagione difficile”.

LA PALLACANESTRO TRIESTE – Allenata dal giovane Marco Legovich, esordiente, Trieste ha perso le prime quattro partite ma ha vinto le ultime due, imponendosi prima a Napoli e poi in casa contro Sassari. Il calendario finora non l’ha aiutata: Trieste ha già giocato contro Virtus Bologna e Derthona. Frank Bartley, guardia di 1.91, è stato finora il giocatore più efficace con 17.0 punti e 5.2 rimbalzi di media anche se non ha ancora trovato il tiro da tre (26.7% su cinque tentativi) che invece rappresenta l’arma migliore di Frank Gaines, ormai un veterano del campionato italiano che produce 16.8 punti a partita e ha il 36.2% da tre con 7.8 tentativi a partita. Il playmaker Corey Davis è al secondo anno a Trieste: sta segnando 12.8 punti a partita. L’ala forte AJ Pacher è all’esordio in Serie A, ma ha giocato sei stagioni in A2, l’ultima a Ferrara, segna 9.8 punti di media con 5.5 rimbalzi ed è pericoloso anche nel tiro d atre (42.3%). Il centro Spencer Skylar (7.2 punti e 8.3 rimbalzi di media) è un grande rimbalzista offensiva (3.7 a partita). Luca Campogrande ha il minutaggio più alto tra gli italiani. Trova spazio da centro anche Giovanni Vildera (5.7 punti, 3.2 rimbalzi a partita).

I PRECEDENTI VS. TRIESTE – La Pallacanestro Trieste 2004 non è legata alla Pallacanestro Trieste che giocò in Serie A dal 1975/76 al 2003/04 e a sua volta non è collegata alla Ginnastica Triestina che vinse anche tre scudetti (1930, 1932 e 1934). Sul piano tecnico questa è la nona partita di sempre tra questa Trieste e Milano: i precedenti risalgono alle gare disputate nelle ultime cinque stagioni. L’Olimpia ne ha vinte sei e perse due, quella giocata a Milano nel girone di ritorno della stagione 2020/21 e quella di andata del dicembre 2021. Considerando il club che ha preceduto quello attuale, tra il 1975 e il 2004, l’Olimpia ha affrontato Trieste 50 volte con un bilancio di 36 vinte e 14 perse. A Trieste il record è 12-12, a Milano è 24-2 per l’Olimpia. Il bilancio comprende i quarti di finale del 1991 (2-1 per Milano, allenata da Mike D’Antoni) e la semifinale di Coppa Korac del 1994 che si risolse con una vittoria per parte ma la qualificazione di Trieste per la finale.

LA TRIESTE CONNECTION – Davide Alviti ha giocato a Trieste nella stagione 2020/21 con 31 partite inclusi i playoff e 327 punti segnati. Stefano Tonut, pur nato a Cantù, è triestino ed è cresciuto nel club locale prima di essere ceduto a Venezia.

GAME NOTES – Nicolò Melli esce dalla pausa per le nazionali al comando nella classifica del tiro da tre con il 60.0%. Devon Hall è quinto nei tiri liberi con il 92.3%. Brandon Davies è secondo nei falli subiti con 5.2 per partita.

DAVIDE ALVITI
PAUL BILIGHA
KEVIN PANGOS-PIPPO RICCI
Fonte: olimpiamilano.com