La squadra  di Boniciolli reagisce controllando complessivamente la gara, Rimini lotta nel primo tempo e fatica a tenere il passo nel secondo, troppa la differenza di valori in campo.

Spiccano Mussini da 13 punti e Sherrill da 18 per Udine, tra  i biancorossi bene Masciadri e Anumba, mentalmente presenti soprattutto in difesa.

LA CRONACA:

La partita inizia subito a ritmi alti, alle due triple di Sherill e al jumper di Cusin rispono Tassinari, Arrigoni e Ogbeide.

07-11 a 6′ e 28” dalla prima sirena.

La partita cala di ritmo, Udine è avanti di 09-17 a 1′ e 39

Rimini si riavvicina grazie a un ottimo Masciadri e a una grande solidità dalla lunetta, gli ospiti hanno problemi di falli, Briscoe ne ha 3 e Sherrill 2.

Termina 16-21 il primo parziale.

Il match riparte in equilibrio, 22-25 ai liberi di Mian risponde Johnson.

I padroni di casa trovano la parità sul 25 grazie a un’ottima difesa e al succitato Johnson che si mette in partita dopo un inizio difficile.

Udine piazza un mini break di 5-0 che la porta sul  28-33  a 2′ dal termine del primo tempo.

Finisce 30-35 il primo tempo, con un parziale dei secondi 10′ che si attesta sul 14-14.

Udine è decisa a tentare la fuga 5-0 in apertura di terzo tempino.

Masciadri e Johnson, con due triple, rimettono i biancorossi in scia, 38-44.

Udine allunga sul + 13, con due canestri di Mian e Pellegrino a 5′ dal terzo gong.

48- 60 a 1′ e 3” dal gong, Meluzzi prova con due bombe a rimettere Rimini in gara.

48-62 al 30′.

In apertura di ultimo quarto la tripla di Bedetti prova a svegliare rimini riportandola sul – 10, 54-64, a 6′ e 43”

Rimini si rimette sotto di 3 possessi pieni a 4 minuti e 20” dal termine, ma l’inerzia continua a pendere dalla parte delll’Apu.

La partita mantiene lo stesso andamento fino all’epilogo, finisce 65- 75 con gli ospiti che controllano il ritmo dal primo al quarantesimo, Rimini va a fiammate senza riuscire a riaprire la gara nel secondo tempo.

QUI le statistiche del match

 

Matteo Briolini

 

Foto: apudine.it