L’Italbasket vince a Tblisi, batte la Georgia 85-84 e vola ai Mondiali nel 2023.
Gli Azzurri tirano con il 48% da due, il 40% da tre ed il 65% ai liberi, mentre i georgiani rispondono con il 62% da due, il 41% da tre ed il 75% a cronometro fermo.
L’Italbasket ha saputo rimettersi in sesto sotto canestro e questo è dimostrato dal 32 pari nel computo dei rimbalzi catturati.
Tante le palle perse da ambo le parte: Georgia con 18, Italia con 15. 

Le pagelle

ITALIA 

BALDASSO 6 Non troppo preciso al tiro (1/5 dal campo) ma mette energia ed è quello che il suo coach gli chiede
BILIGHA 7 Per il capitano azzurro una coppia di partite più che positive. Oggi ci fa vedere che il tiro non è poi così battezzabile: 11 punti con 4/6 dal campo in 20’
PAJOLA 7.5 Monumentale, granitico sotto tutti i punti di vista. Peccato solo per gli ultimi due liberi lasciati sul ferro: 6 punti, 4 rimbalzi e 4 assist
PETRUCELLI 6 Continua il suo rapporto in chiaroscuro con l’azzurro ma in 15’ ci regala comunque 5 punti
SEVERINI 6.5 Freddo e cinico nel finale. Pozzecco gli dà fiducia nei minuti decisivi e lui risponde con 5 punti dopo che era fermo a 0
CARUSO ne
MANNION sv Aveva iniziato fortissimo, ma l’ingenuità dell’antisportivo e tecnico in rapida successione è stata gravissima: la sua partita dura 6’ in cui segna 6 punti
MORASCHINI sv Per lui utilizzo limitato a meno di 4’
RICCI 7.5 Non gli entra niente, tira malissimo ma si sbatte come un leone in mezzo all’area. Poi il karma lo ripaga con la tripla della staffa sul 2/10 dal campo. Segna 8 punti raccoglie 7 rimbalzi e regala 6 assist ai compagni
SPISSU 8 MVP della partita. Il playmaker sardo segna due triple pesantissime nel quarto periodo, dopo che veniva da due errori di fila. Segna 15 punti e ci aggiunge anche 6 rimbalzi e 8 assist
TESSITORI 7.5 Che dire della sua partita? Nulla. Lasciato in panchina nella fase decisiva per abbassare il quintetto, ma quando è in campo non sbaglia nulla: 15 punti (5/5 dal campo) con 4 rimbalzi 
VITALI 7 Inizia fortissimo, poi cala un po’ nella ripresa ma i suoi 11 punti in 28’ sono importanti
ALL. POZZECCO 7 Oggi si è vista – probabilmente per la prima volta – la sua impronta sulla Nazionale. Un’Italia sempre combattiva, ma con più idee. Certo il suo atteggiamento passionale non l’ha lasciato in hotel però a Tblisi si è portato anche lucidità: decisiva nel finale la scelta di giocare “piccolo”

GEORGIA

ANDRONIKASHVILI 5.5 In 16’ produce 4 punti con 3 rimbalzi
JINTCHARADZE 5.5 Poco appariscente. Non lascia traccia di sé nello score georgiano
MCFADDEN 6 Croce e delizia. È uno degli spauracchi principali dell’attacco della Georgia ma “spadella” con un 2/10 da tre: 13 punti con 5 rimbalzi
SHENGELIA 6.5 Magistralmente marcato da Ricci e dal suo compagno in Virtus Pajola: 15 punti, 4 rimbalzi e 6 assist.
SHERMADINI 6.5 Sfrutta a suo favore tutti gli “infiniti” centimetri a sua disposizione. Segna 14 punti con 9 rimbalzi
BEKAURI sv In 5’ segna 2 punti
BERISHVILI 7 Ci ha fatto sudare le più classiche delle sette camice. Lui da solo con 3 triple nel quarto periodo ha tenuto in vita i suoi: 11 punti in 12’ 
BOKOLISHVILI ne
KORSANTIA ne
LONDARIDZE ne
SANADZE 6 Il suo talento non lo scopriamo certo oggi. In 32’ segna 14 punti con 4 rimbalzi e 3 assist
TSINTSADZE 6 Buona prova la sua. Realizza 11 punti in 24’
ALL. ZOUROS 6 Perde il confronto con l’Italia e dovrà giocarsi la qualificazione ai mondiali nell’ultima finestra. La Georgia ha le potenzialità per riuscire ad agguantare l’obiettivo ma quando le partite si restringono e la tensione sale, non è mai detta l’ultima parola. 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Marco Spissu, foto Ciamillo-Castoria