Nemmeno la carica di un’eccellente prova in campionato come quella contro l’Openjobmetis Varese di domenica permette alla Dolomiti Energia Trentino di sfatare il tabù delle trasferte europee che dura ormai da due anni. Nel terzo round del girone di ritorno di Eurocup, Forray e compagni cadono a Parigi per mano dei padroni di casa, i francesi del Paris Basketball, con il punteggio finale di 86-75.

La matematica ancora lascia più di una speranza di riscatto agli uomini di Molin, attualmente noni nel gruppo B e quindi fuori dalle squadre che accederanno alla fase finale, ma in virtù del successo ottenuto dai diretti concorrenti degli Hamburg Towers, servirà al più resto un cambio di rotta per centrare il passaggio del turno: al termine della fase restano infatti sei partite, e le partite da recuperare sui tedeschi sono almeno due. E nel prossimo turno, alla BLM Group Arena, arriveranno gli israeliani dell’ Hapoel Tel Aviv, attualmente secondi nel girone, che all’andata rifilarono ai bianconeri un pesante trentello.

 

LA CRONACA

Partono meglio i francesi che toccano immediatamente il +6: Atkins e Crawford tengono comunque i loro compagni a contatto, ma Wallace resta un rebus irrisolto per la difesa trentina e dopo i primi dieci minuti il punteggio è di 23-16.

Con un ottimo secondo periodo di Flaccadori, la Dolomiti Energia resta in partita, accorcia, e poi trova addirittura il sorpasso dopo il canestro del 36-37 di Grazulis. È un fuoco di paglia: Kamagate e di nuovo Wallace riportano prontamente avanti i parigini, squadre negli spogliatoi sul 40-36 grazie ad un gioco da tre punti sulla sirena dell’esterno americano.

Il terzo periodo è quello dell’allungo decisivo. Wallace continua il suo show personale, l’ex Milano Jeremy Evans trova il canestro del primo margine in doppia cifra, l’attacco di Trento si ferma e la fuga francese può proseguire con Kamagate e Gegic che sfruttano bene la loro fisicità per lucrare diversi viaggi in lunetta. Altro canestro a fil di sirena, stavolta di Denis, per chiudere il periodo con un netto 64-51.

Non c’è accenno di reazione ospite e allora Gegic può infierire realizzando il +20, che di fatto chiude i giochi. Il mini-parziale della Dolomiti Energia guidato da Atkins è decisamente tardivo e non riapre minimamente un risultato mai in discussione. Termina 86-75.

QUI le statistiche del match

 

PARIS BASKETBALL | TOP

TYRONE WALLACE: Prestazione maiuscola  con 25 punti, di cui 15 nel solo primo tempo, e 6 assist. Quando è in campo, per Trento sono sempre dolori.

ISMAEL KAMAGATE: Sfruttando una disattenta difesa avversaria sotto i tabelloni, per lui è la serata giusta per continuare a registrare numeri da urlo e restare vicino a quella doppia-doppia di media che lo ha reso finora uno dei profili più interessanti di tutta la competizione. 16 punti, 12 rimbalzi, 2 stoppate, 6 falli subiti e 33 di valutazione.

PARIS BASKETBALL | FLOP

MAEL HAMON CRESPIN: L’unico dei suoi ad uscire dal campo con un plus/minus negativo (-9), reso peggiore dallo 0/5 da lontano e i conseguenti 0 punti in 15 minuti abbondanti di utilizzo.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO | TOP

LUCA CONTI: In difesa è l’unico che riesce a limitare un minimo i talentuosi realizzatori parigini, guidare l’attacco non è mai stata la sua specialità ma comunque in 17 minuti per il prodotto del vivaio trentino ci sono 5 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e un +6 di plus/minus, l’unico positivo dei suoi. In Eurocup sembra a tratti sentirsi più a suo agio.

DARION ATKINS: Kamagate lo mette in seria difficoltà sotto i tabelloni, ma considerando che i problemi di questa squadra nascono prevalentemente in attacco, non ce la si può prendere più di tanto con lui, che il suo contributo in quella metà campo non lo fa mai mancare. 16 punti, un discreto 2/5 da lontano e 7 rimbalzi.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO | FLOP

MATTEO SPAGNOLO: Dopo i premio di miglior italiano dell’ultima giornata, il talento brindisino non si ripete. Wallace lo fa dannare in difesa, e in attacco mancano le sue fiammate. Chiude con 2 punti, 1/8 al tiro e 5 assist.

TRENT LOCKETT: Se per quaranta minuti la squadra soffre a turno tutti i realizzatori avversari, la bocciatura per l’esterno specialista difensivo della Dolomiti Energia è una logica conseguenza. Per lui 5 punti, un solo rimbalzo e 3 palle perse.

 

LE PAGELLE

PARIS BASKETBALL: Malwaya sv, Wallace 9, Gegic 7.5, Kamagate 8.5, Denis 7, Diawara sv, Begarin 6, Toupane 6, Evans 6.5, Crespin 5. Coach Weaver 7.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Conti 6.5, Spagnolo 4.5, Forray 5.5, Flaccadori 6, Udom 5, Crawford 5.5, Ladurner 5.5, Grazulis 6, Atkins 6.5, Lockett 5. Coach Molin 5.

 

Nell’immagine Ismael Kamagate, foto Ciamillo-Castoria

Massimo Furlani