L’Olympiacos batte la Virtus Bologna per 74-69 e lo fa tirando con il 55% da due, il 40% da tre ed il 55% a cronometro fermo. Sono stati 38 i rimbalzi catturati, 15 gli assist e 15 le palle perse.
La Virtus Bologna invece risponde con il 46% da due, il 29% da tre e l’80% ai liberi. Sono stati 32 i rimbalzi catturati, 16 gli assist e 11 le palle perse. 

Le pagelle 

VIRTUS BOLOGNA 

CORDINIER 4.5 Il peggiore in campo. Non azzecca nulla dall’inizio alla fine: 0 punti con 0/3 dal campo e 3 palle perse
LUNDBERG 5 Oggi fatica ad entrare in partita e non riesce ad essere pericoloso: 6 punti in 20’
BELINELLI 6 Comincia bene, gioca un eccellente primo tempo poi come tutti i suoi compagni nella ripresa si eclissa: 10 punti in 18’
PAJOLA 6 Gioca una partita migliore rispetto a quella di Sassari (e ci voleva poco), segna 6 punti con due triple
DOBRIC 6 Eccellente nel primo tempo sia in attacco che in difesa, nella ripresa si nasconde: 5 punti in 15’
SHENGELIA 6.5 Ritornava dallo stop. Parte dalla panchina poi ben presto si prende la titolarità: ottimo nel primo tempo, molto meno nel secondo. Chiude con 15 punti, 6 rimbalzi e 4 assist
HACKETT 6 Raggiunge la doppia cifra con 10 punti personali, alterna cose positive ad altre meno
MICKEY 5.5 Comincia benissimo e si prende responsabilità. Poi ha problemi di falli e nel secondo tempo rientra molle come in quasi tutte le ultime uscite: 7 punti e 6 rimbalzi
POLONARA NE
DUNSTON 5.5 Fatica tremendamente la fisicità dei lunghi avversari, per lui Fall è un rebus: 2 punti e 2 rimbalzi
ZIZIC 6 Gioca una partita più che discreta. Quanto meno è l’unico a riuscire a contrastare la fisicità di Fall: 4 punti e 2 rimbalzi
ABASS 6 Entra a partita ampiamente compromessa. I miracoli non li poteva fare: 4 punti in 7’
ALL. BANCHI 5.5 Peccato per questa sconfitta. Poteva essere un’occasione ghiotta contro un Olympiacos ricca di assenze. La differenza tra primo e secondo tempo è stata troppo ampia e quel blackout di 9 minuti è poi costato la partita

OLYMPIACOS 

WILLIAMS-GOSS 7 In dubbio fino all’ultimo con un solo allenamento sulle spalle. Ha giocato e cambiato la partita nel secondo tempo con difesa e letture offensivi da grande campione: 6 punti, 2 rimbalzi e 4 assist
CANAAN 6.5 I maliziosi dicono che è un promesso sposo della Virtus. Intanto lui si è messo in luce con un’altra prova importante contro Bologna: 12 punti in 23’
LOUNTZIS 5.5 Chiamato a maggiori responsabilità, non dà molto al suo coach
MITROU-LONG SV Gioca meno di 4 minuti, anche lui alle prese con un infortunio
BRAZDEIKIS SV Cinque minuti di utilizzo in cui segna 2 punti
MCKISSIC 6.5 Nel secondo tempo segna canestri importanti, ma soprattutto regala energia a tutti i suoi compagni: 8 punti in 25’  
PAPANIKOLAOU 7 Ancora una volta decisivo e leader di questa squadra: 16 punti, top scorer
PETERS 5.5 Nel primo tempo fatica a tenere in difesa su Shengelia, nella ripresa non è incisivo e Bartzkas lo lascia molto in panchina: 8 punti in 22’
SIKMA NE
WRIGHT 6 Gioca ampi tratti dell’ultimo quarto, lui tiene il campo dando energia e difesa: 4 punti in 10’
FALL 7 Un vero e proprio rebus per la difesa bianconera. L’unico modo per fermarlo è stato quello di mandarlo in lunetta (1/6): 11 punti e 6 rimbalzi
PETRUSEV 6 Riesce a dare energia e a far rifiatare Fall: 7 punti e 6 rimbalzi
ALL. BARTZOKAS 7 Dopo un primo tempo che poteva lasciare parecchi dubbi, sin da subito la ripresa è stata eccellente. La fisicità, l’aggressività sulla palla ha tolto fiato e lucidità alla Virtus. 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Cordinier, foto Ciamillo-Castoria