Una partita senza storia e senza il bisogno di grossi commenti. Milano domina nettamente il derby dall’inizio alla fine e si impone 96-84 al Forum. Messina torna alla vittoria in campionato dopo la sconfitta di Trento, Varese si ferma di nuovo, dopo il ritorno alla vittoria contro Trieste.

L’infortunio di Owens è l’altra notizia nera di una giornata storta. Varese perde nettamente contro una Milano completamente rinsavita dopo la vittoria con il Monaco. La squadra di Ettore Messina trova 2 punti fondamentali per continuare ad inseguire la Virtus Bologna, in un match, quello odierno, che ha avuto ben poco da dire sin dalle battute iniziali. Il 36-21 del primo periodo aveva già ben delineato le sorti di questo match, con il completo controllo da parte dei meneghini del match, forti anche di un roster nettamente più profondo e più qualitativo. Davies (su tutti) , Cabarrot, Hall, Melli e Baron regolano senza troppe difficoltà una Varese che adesso dovrà fare anche serie valutazioni di mercato, proprio a causa dell’infortunio di Owens che ha reso ancora più corta una coperta già cortissima. Una partita senza storia, con Milano che in due quarti ha ipotecato la vittoria e ha permesso a Messina di poter far ruotare tutto il roster, in vista anche della partita fondamentale di Eurolega di giovedì. Varese, adesso, deve riorganizzare le idee e prepararsi al meglio per il prossimo match.