Partita delicatissima quella di stasera per la Virtus, sulle tavole dell’Arena Segafredo si presenta il
Maccabi di Tel Aviv, reduce dalla vittoria contro l’Olimpia disputata martedì scorso a Milano.
I gialli israeliani sono una delle compagini che si propone fra le candidate alle final four, nonostante
la partenza di questa stagione non sia stata delle più fulminee, al momento la squadra di coach Oded
Kattash occupa l’ottavo posto in classifica, ma le sue quotazioni rimangono comunque alte.
Fra le fila del Maccabi, spicca il nome di Lorenzo Brown, guardia americana naturalizzata spagnola
che coach Sergio Scariolo conosce fin troppo bene, avendolo avuto come giocatore nella Spagna che
ha trionfato ai recenti Europei, in cui il ragazzo si è distinto in maniera particolare, per le doti di
realizzatore, ma anche di grande creatore di gioco per i compagni. Fermare l numero 4 in giallo sarà
uno dei temi tattici della gara di stasera, e l’uomo migliore per indicare ai propri ragazzi come farlo è
sicuramente il tecnico bresciano, conoscendone bene pregi e difetti.
Ma il Maccabi non è solo Lorenzo Brown, il gruppo è stato assemblato per competere ad alti livelli,
mette in campo parecchia fisicità e qualità tecniche, servirà una Virtus molto più presente
difensivamente rispetto alla gara di mercoledì vinta contro l’Alba Berlino. Purtroppo, al momento, la
Segafredo non è certamente al meglio delle condizioni fisiche, alcuni dei ragazzi stanno
attraversando un periodo di down, dovuto ai ritmi in cui si è giocato sino ad oggi, altri stanno
recuperando da acciacchi vari, e l’assenza di Semi Ojeleye in una gara fisica come quella di stasera, si
farà purtroppo sentire. Tuttavia, nonostante le avversità del momento, il gruppo bianconero, nei
momenti di difficoltà ha sempre dimostrato di saper lottare, a parte le parentesi contro Partizan e
Olympiacos, in cui qualcosa non ha proprio funzionato. Indubbiamente, l’aspetto fisico in partite di
questo livello, riveste un ruolo fondamentale per poter combattere al meglio contro avversari
quotati come gli israeliani.
In casa Segafredo si attende con ansia il responso medico per capire se Jordan Mickey potrà
scendere in campo, la botta alla spalla rimediata solo quarantotto ore fa, rischia di privare la Virtus di
uno dei suoi uomini di esperienza nel settore lunghi, il reparto che ha maggiormente sofferto sino ad
oggi di quella malizia che serve come il pane, in gare come quella di stasera.
Dopo la sconfitta pesante ad Atene, coach Scariolo aveva chiesto ai suoi uomini di maggiore
esperienza e carisma, di prendere in mano la situazione e far valere la propria leadership, per
guidare i meno esperti nelle difficoltà di queste gare. Contro l’Alba, il messaggio è stato recepito
nella giusta maniera, Daniel Hackett e Milos Teodosic, hanno interpretato in modo sublime quanto
richiesto dal proprio allenatore, e questa sera sono chiamati a ripetersi alzando l’asticella, vista la
maggiore qualità dell’avversario. Segnali molto positivi sono arrivati anche da Kyle Weems,
finalmente protagonista in una gara di Eurolega, pur ricordando che anche per lui, si tratta di una
nuova competizione, il nativo di Topeka ha comunque alle spalle tanta esperienza nei tornei del
vecchio continente. Quello che ci si aspetta dal trentatreenne americano, è quella determinazione
agonistica che lo ha fatto salire in cima alla classifica dei giocatori più graditi dal pubblico virtussino
da quando è arrivato a Bologna, meritando a pieno titolo il soprannome di Batman.
Quella di stasera è sicuramente una partita di grande importanza, vincerla darebbe nuovo slancio
alla Segafredo, potendo riportarsi ad una sola vittoria dall’agognato ottavo posto in classifica, e
fornendo ai bianconeri un pò di ossigeno in vista delle ultime tre gare del girone di andata, in cui
affronteranno il Baskonia alla Buesa Arena di Vitoria, in casa contro il Fener di coach Itoudis e all’ultimo turno si viaggerà verso la catalogna per affrontare al Palau Blaugrana, il Barcellona di
coach Jasikevicius.
Inizio questa sera alle ore 20,30 agli ordini del serbo Ilija Belosevic, dello spagnolo Carlos Cortes e del
ceco Robert Vyklicky. La gara sarà trasmessa dai canali televisivi Sky Sport Uno, Eleven Sports e
EuroLeague TV, mentre si potrà ascoltare la radiocronaca su Nettuno Bologna Uno, dall’immancabile
voce di Dario Ronzulli.
Alessandro Stagni
Nell’immagine Shengelia, Weems e Teodosic, foto Ciamillo-Castoria