La Virtus Bologna batte Sassari per 74-69. Lo fa tirando veramente male da due (39%). La Segafredo però tira con un fantastico 41% da tre ed il 76% dalla lunetta.
Sassari fa meglio da due (51%), ma decisamente peggio dalla lunga distanza (29%). 88% il dato relativo alle realizzazioni dalla lunetta.
35-36 il computo, in favore dei felsinei, a rimbalzo. 18 le palle perse sarde, 17 quelle emiliane. 

Le pagelle 

SASSARI 

JONES 6 Comincia fortissimo, con 8 punti in un amen poi viene arginato: chiude con 12 punti in 15’.
ROBINSON 4 Probabilmente la peggior partita da quando veste la maglia di Sassari. Male su tutti i fronti: 4 punti (2/11 dal campo) e 4 palle perse. -4 di valutazione
BENDZIUS 4.5 Anche per lui arriva una brutta partita. Non riesce ad essere un fattore e pericoloso al tiro: 7 punti con 1/6 dal campo, si salva con 6 rimbalzi ma perde 3 palloni
GENTILE 5 È nervoso e la sua partita è condizionata dai falli: 5 punti in 24’
ONUAKU 6 Si sbatte come può. Lotta e segna 12 punti in 23’, raccoglie 6 rimbalzi ma pesa il -15 di plus minus
KRUSLIN 5.5 Va a fasi alterne. Segna 2 triple, su 5 tentate: 6 punti e 4 assist
GANDINI sv Gioca appena 2’
DEVECCHI sv 6’ senza lasciare il segno
CHESSA ne
RASPINO sv Solamente 2 i minuti in campo
DIOP 7.5 Il migliore dei suoi e la sua miglior prestazione in carriera: 16 punti con 6/8 dal campo, 8 rimbalzi, 25 di valutazione e +10 di plus minus in 17’
NIKOLIC 5.5 È sicuramente uno spauracchio per la difesa virtussina. Fatica al tiro (2/6 dal campo) ma regala 4 assist ai compagni. 4 palle perse
ALL. BUCCHI 6 Era una partita alla portata. Contro una Virtus stanca dalle fatiche europee e la sua Sassari priva dei minuti in BCL si poteva far di più. Un dubbio: perché non dar fiducia nel quarto quarto ad un Diop così dentro alla partita?

VIRTUS BOLOGNA

MANNION 6 Era uno degli uomini più attesi della partita, dopo la panchina di Madrid. Va a fasi alterne: segna 9 punti con 3 assist
JAITEH 6.5 Partita di buona solidità. Dentro l’area lotta ferocemente con Onuaku e porta a casa sul tabellino 10 punti e 5 rimbalzi
LUNDBERG 6 Scariolo non gli chiede troppi sforzi. Lui non stra fa e chiude con 7 punti in 18’
OJELEYE 5.5 Poco brillante, forse la partita peggiore in Serie A. Ma segna i liberi della staffa: 6 punti con 1/6 dal campo.
CORDINIER 7.5 L’asso nella manica della Virtus. Lui è il protagonista assoluto con 15 punti, canestri pesanti e tanta grinta. Ci aggiunge 5 rimbalzi per un 17 di valutazione
PAJOLA 6.5 Buona prova di energia ed intensità. Ancora ci dobbiamo abituare al nuovo look, ma intanto si mette in mostra con 4 punti, 2 rimbalzi e 2 assist in 18’
BELINELLI 7 Sarebbe stato da netta insufficienza fino al terzo quarto. Poi è innegabile, è emerso il istinto da killer e nel periodo conclusivo segna 12 punti con 2 triple fondamentali. 
BAKO 6 Dopo l’exploit di Madrid, gioca poco (15’) e senza lasciare il segno: 2 punti e 1 rimbalzo
RUZZIER ne
HACKETT 5.5 Beccato dai tifosi della Dinamo, gioca con la sua consueta personalità, ma talvolta pasticcia: 2 punti con 4 palle perse
CAMARA 5.5 Brutti 4’ dove sbaglia molto e perde 2 palloni
WEEMS 6.5 Poco brillante in fase realizzativa (6 punti con 2/8 dal campo), ma molto bene a rimbalzo (7) e in difesa.
ALL. SCARIOLO 6.5 La sua Virtus completa una settimana da sogno. Dopo la trasferta di Madrid non era per nulla scontato ripetersi a Sassari. La Segafredo gioca un brutto primo tempo, poi emerge nella ripresa. Fondamentali ancora una volta i dettami del tecnico, con le difese miste e attacchi pazienti che hanno messo sabbia negli ingranaggi di Sassari.

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Isaia Cordinier, foto Ciamillo-Castoria