Colpo importante per la UNAHOTELS Reggio Emilia, che chiude al meglio il proprio girone di andata espugnando la BLM Group Arena per 68-84.

I biancorossi partono convinti fin dalla palla a due e dominano il match per trenta minuti, poi sono bravi a reagire prontamente all’ultimo tentativo di rimonta dei padroni di casa. È il quarto successo stagionale per Cinciarini e compagni, che restano tuttavia ancora in ultima posizione in classifica. Settimana prossima impegno proibitivo contro l’Olimpia Milano.

La Dolomiti Energia sciupa un’importante opportunità per blindare il proprio quarto posto in vista delle Final Eight di Coppa Italia e chiude la prima metà di stagione al sesto posto, che la porterà quindi ad affrontare la Bertram Tortona. Settimo ko in campionato per i bianconeri, che fra una settimana cercheranno riscatto contro la Openjobmetis Varese.

LA CRONACA

Quintetti iniziali con Flaccadori, Lockett, Crawford, Grazulis e Atkins da una parte, Cinciarini, Anim, Olisevicius, Reuvers e Hopkins dall’altra.

Ritmi bassi in avvio, ma Reggio riesce subito a guadagnare del margine con Hopkins autore di 7 punti in quattro minuti. La fuga continua anche dopo il timeout chiamato da Molin, Trento perde molti palloni e una tripla di Olisevicius vale il primo allungo in doppia cifra sul 6-17. Udom e Forray provano a scuotere i padroni di casa con due triple, risposta immediata di Reuvers e la prima frazione si chiude sul 13-23.

Il copione non cambia nella seconda frazione: la UNAHOTELS respinge qualsiasi tentativo di rimonta dei trentini nonostante i problemi di falli di Anim, con la tripla di Stefanini che vale nuovamente il +11. Trento non riesce ad accorciare in maniera significativa nemmeno segnando ben quattro triple consecutive a causa di una difesa che concede davvero troppo ai realizzatori reggiani: quanto basta a Cinciarini, che raggiunge già la doppia cifra di assist, e Olisevicius, a quota 14 punti. A metà gara il tabellone recita 33-47.

Molin prova a rimescolare le carte in tavola partendo nella ripresa con Udom al posto di Atkins, ma il monologo degli ospiti continua, con il divario che si amplia superando anche le venti lunghezze. Nel momento in cui Trento prova ad alzare l’intensità in difesa, arrivano un pesante gioco da quattro punti di Vitali e la quarta penalità per Forray. Una fiammata di Grazulis comunque lascia la partita un minimo aperta, 49-64 quando si entra nel periodo conclusivo.

La risalita della Dolomiti Energia prosegue sempre sfruttando il buon momento dell’ala lettone, una tripla di Crawford vale anche il -8, ma Reggio è brava a gestire, trova due triple pesanti con Cinciarini e Anim e un fallo tecnico fischiato a Molin permette a Vitali di ristabilire la doppia cifra di margine a tre minuti dalla fine. È il colpo di grazia, con l’ultima fiammata di Olisevicius che scava ulteriormente il solco. Termina 68-84.

QUI le statistiche del match

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO | TOP

DREW CRAWFORD: Difensivamente ci capisce poco, ma in attacco è senza dubbio il più costante degli uomini di Molin trovando anche diverse giocate che potevano ribaltare l’inerzia, se qualcun altro dei suoi compagni avesse garantito lo stesso rendimento. 18 punti con 4/7 da oltre l’arco e 3 recuperi.

MATTIA UDOM: Limitato dai falli, ma quando il lungo ex Brindisi è in campo la difesa della Dolomiti Energia cambia volto (in positivo). 6 punti, 3 rimbalzi, altrettanti recuperi e un -1 di plus/minus che in una partita così a lungo dominata dagli avversari la dice lunga sul suo contributo.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO | FLOP

MATTEO SPAGNOLO: Giornata da dimenticare per il classe 2003 che in Eurocup aveva dato segnali di ripresa, ma contro la UNAHOTELS sbaglia tutto. 2 punti con un disastroso 1/13 al tiro.

ANDREJS GRAZULIS: La fiammata finale gli garantisce un tabellino dignitoso e da slancio all’ultimo assalto trentino, ma il resto del match per il lettone è un incubo. A secco in tutto il primo tempo e in costante difficoltà in difesa. 11 punti, 9 rimbalzi, ma anche -21 plus/minus.

 

UNAHOTELS REGGIO EMILIA | TOP

OSVALDAS OLISEVICIUS: Era uno degli uomini più in difficoltà della UNAHOTELS, contro Trento arriva puntuale il riscatto con la miglior prova stagionale: 24 punti con 9/12 al tiro e 9 rimbalzi. Segnali importanti da parte di un giocatore da cui ci si aspetta un girone di ritorno decisamente diverso da quello d’andata.

BEKA BURJANADZE: L’energia che il lungo georgiano mette in campo considerando il fatto che la sua esperienza in maglia Reggio potrebbe terminare presto è davvero notevole e merita di essere menzionata. E stavolta anche i numeri sono dalla sua: 14 punti, 6 rimbalzi, e alcune giocate pesanti nel finale.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA| FLOP

SACAR ANIM: Mette forse la giocata più importante della partita con la tripla del +11 durante la rimonta di Trento, ma per il resto non è una serata memorabile per l’esterno americano: 5 punti, 0 rimbalzi e 2 assist in oltre 22 minuti di impiego.

 

LE PAGELLE:

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Gaye ne, Conti sv, Spagnolo 4, Forray 5.5, Zangheri ne, Flaccadori 5, Udom 6, Crawford 6.5, Ladurner sv, Grazulis 5, Atkins 5, Lockett 5. Coach Molin 5.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Anim 5.5, Reuvers 7, Giberti ne, Hopkins 6.5, Cipolla ne, Vitali 7, Stefanini 6.5, Cinciarini 7.5, Olisevicius 9, Diouf ne, Nembhard ne, Burjanadze 7.5. Coach Sakota 7.

 

Nell’immagine Osvaldas Olisevicius, foto Ciamillo-Castoria

Massimo Furlani