Gran colpo della Dolomiti Energia Trentino che fra le mura amiche della BLM Group Arena supera per 77-75 la corazzata Olimpia Milano. Partita sontuosa per gli uomini di Molin che anche senza Spagnolo controllano praticamente dalla palla a due, rischiando qualcosa più del dovuto nel finale ma trovando la lucidità per strappare due punti molto preziosi. I campioni d’Italia sono costretti a inseguire per tutto il match a causa delle tante palle perse e soprattutto da una giornata nera al tiro da oltre l’arco (10/31 complessivo). Per Trento determinante Flaccadori (19 +5 rimbalzi + 6 assist) ben affiancato da Crawford e Lockett (13 per entrambi), ma nel finale le giocate pesanti sono di Atkins (8+6 rimbalzi). Per Milano Voigtmann (10) e Luwawu-Cabarrot (17) si svegliano troppo tardi.

La Dolomiti Energia raccoglie così il successo numero sette in stagione in LBA e risponde subito al pesante ko contro Napoli, per Milano invece è il secondo stop stagionale in campionato.

LA CRONACA

Primo quarto che procede a strappi: parte con le marce alte la Dolomiti Energia che scappa sul 7-0, dopo il timeout di Messina la reazione degli ospiti è immediata e il canestro di Biligha vale il sorpasso sul 9-10, di nuovo parziale di Trento con Flaccadori e Crawford e dopo dieci minuti il tabellone recita 21-16.

Due canestri da oltre l’arco per i padroni di casa in apertura di seconda frazione valgono il +11 mentre Milano perde ingenuamente diversi palloni ed è imprecisa al tiro. Lockett non perdona e il margine si amplia ulteriormente, l’Olimpia contiene i danni con due triple consecutive, ma all’intervallo lungo il punteggio è di 39-28.

Al rientro dagli spogliatoi le squadre si rispondono a colpo su colpo per qualche scambio, poi è Melli a suonare la carica e Milano inizia ad accorciare con un parziale di 7-0. Trento risponde prima con un paio di grandi giocate di Flaccadori, poi con un 4-0 nel minuto conclusivo: 57-47 dopo mezzora di gioco.

Dopo quattro punti consecutivi di Voigtmann, la Dolomiti Energia prova l’allungo decisivo con Flaccadori e Grazulis che firmano il +14. Milano non demorde, due triple di Baron e ancora Voigtmann riaprono i giochi, poi si scatena Luwawu-Cabarrot che porta l’Olimpia addirittura a -3. Trento non riesce ad azzannare il match nemmeno dopo la tripla del nuovo +7 di Atkins, ancora l’esterno francese degli ospiti colpisce per il 76-75, recupero di Baron e Milano ha ben due occasioni per il sorpasso. Prima arriva l’errore di Luwawu-Cabarrot, poi Atkins ruba palla a Davies a quattro secondi dalla fine e chiude i giochi con l’1/2 che fissa il punteggio finale sul 77-75.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Trent Lockett, foto Ciamillo-Castoria

Massimo Furlani