Due gli anticipi della Techfind Serie A1 che hanno aperto la quattordicesima giornata di campionato.

Rimane imbattuta la Umana Reyer Venezia, vincente sul parquet della O.ME.P.S. Battipaglia nel primo dei due anticipi del sabato sera. Ago della bilancia che rimane perfettamente centrale nella prima metà di quarto: Potolicchio (18 punti e 3 recuperi) apre il sipario, le triple di Cubaj (13 punti) e Fassina provano a dare alle orogranata il timone della partita, ma i liberi di Seka (15 punti, 7 rimbalzi, 2 stoppate e 2 recuperi) uniti alla tripla di Ferrari Calabro rimettono le padrone di casa ad un solo punto di distacco. Successivamente è Gorini ad iscriversi alla partita convertendo un gioco da tre punti, la coppia Seka-Ferrari Calabro rimette subito in parità il punteggio, poco dopo sono Shepard (17 punti e 5 rimbalzi) e Johnson (20 punti e 7 rimbalzi) a duellare per dare il vantaggio alla propria squadra; Pan segna i successivi due canestri per Venezia, dall’altra parte Johnson non permette alle ospiti di imporsi anche se l’ultima parola spetta a Shepard con i tiri liberi del 21-26 che chiudono il primo quarto. La O.ME.P.S. prende le redini del gioco e sigla un parziale di 7-2 con il trio Seka-Potolicchio-Johnson per riequilibrare il risultato; nonostante la Umana Reyer cerchi di far valere il suo talento con incursioni che portano a tiri dalla lunetta – Kuier (17 punti e 7 rimbalzi) e Villa a forzare queste giocate – le campane si affidano alla serata ispirata di Potolicchio e Johnson per scrivere il proprio vantaggio (35-31). La capolista mette le chiavi del gioco in mano a Berkani (15 punti e 5 recuperi), ma sono la numero 9 e la numero 5 di Battipaglia ad avere sempre l’ultima parola regalando il +1 alla squadra a 120” dall’intervallo; la tripla di Gorini apre un parziale di 0-8 a cui si unisce Shepard e Cubaj con un tiro a cronometro fermo dice 40-47 alla pausa lunga. La ripresa vede Shepard e Seka protagoniste di un duello sui lati opposti del parquet, le orogranata però non vogliono più sentire il fiato delle avversarie sul collo, così alzano il muro in difesa e spingono sull’acceleratore firmando un parziale di 2-9 ad opera di Villa, Cubaj e Shepard; Seka tenta di far uscire le campane dall’impasse, ma le triple di Cubaj e Kuier sono letali e valgono il 49-71 dopo 30′ di gioco. Nonostante la partita abbia un esito pressoché scontato, Johnson è l’ultima a mollare e segna quattro punti in fila per rendere il passivo meno pesante; Venezia sa come andare alla giugulare della partita e sigla uno 0-11 di parziale con le giocate di talento che portano il nome di Kuier e Berkani su tutte per il nuovo massimo vantaggio orogranata (53-82). La numero 40 della O.ME.P.S. ingaggia un duello solitario con le due giocatrici venete di cui sopra, poi il palcoscenico passa a Makurat e Potolicchio, Johnson si mette nuovamente in mostra con un jumper, ma sono di Berkani gli ultimi canestri, ovvero quelli del 62-92 con cui sigilla la vittoria della Umana Reyer.

Successo esterno anche per La Molisana Magnolia Campobasso che supera non senza brividi la Dinamo Banco di Sardegna Sassari al PalaSerradimigni. Partenza devastante delle ospiti, le quali lasciano le sarde senza canestri per oltre 6′ e registrano un parziale terrificante di 0-16 in cui le protagoniste principali sono Kunaiyi-Akpanah (10 punti e 7 rimbalzi), Mistinova e Dedic (27 punti, 6 rimbalzi e 4 recuperi); al gioco dei parziali si iscrivono però anche le padrone di casa che ne trovano uno da 11-2 con le griffe di Joens, Carangelo (11 punti, 6 rimbalzi e 3 recuperi), Hollingshed (10 punti e 8 rimbalzi) e Toffolo (11-18). Le molisane si riportano a +12 grazie al tandem Dedic-Mistinova, ma la tripla di Carangelo e i due liberi di Joens chiudono il primo quarto sul 16-23. Il duello tra Hollingshed e Dedic apre il secondo periodo, da qui Quinonez Mina (13 punti) lancia Campobasso verso la doppia cifra di vantaggio fino alla tripla di Kaczmarczyk (16 punti e 6 rimbalzi) che risveglia Sassari dal torpore; successivamente i ritmi di gioco più lenti rendono farraginosa la manovra delle ospiti, un invito a nozze per la Dinamo che lucra una serie importante di tiri liberi e nel finale con Kaczmarczyk riesce a trovare il 30-36 con cui si va negli spogliatoi. È proprio la numero 14 a rompere subito gli indugi nella ripresa ed infatti è dalle sue mani che arrivano i punti utili per accorciare il distacco a soli due punti; lo squillo di Dedic in contropiede fa rialzare la testa a Campobasso e permette alle molisane di aprire un parziale pesante di 2-13 a cui si iscrivono pure Quinonez Mina e Kunaiyi-Akpanah (36-49). Negli ultimi 2′ e 30” in campo c’è solo il Banco di Sardegna, il quale trova il fondo della retina con l’appoggio di Kaczmarczyk e con la tripla del 42-49 di Crudo che chiude la mezz’ora di gioco. Il quarto periodo si apre nel segno di Campobasso: Dedic è protagonista assoluta segnando sei degli otto punti molisani che danno alla squadra la doppia cifra di vantaggio; tuttavia, quelli sono anche gli ultimi canestri della Magnolia nei successivi 7′, poiché Sassari piazza un parziale di 12-0 con tre punti di Togliani e le triple in fila di Hollingshed, Kaczmarczyk e quella del sorpasso griffata Carangelo (58-57). In un finale thrilling, Dedic si erge ad eroina e segna quattro punti cruciali che valgono il 58-61 e la vittoria in volata per le ospiti.

A1 Femminile
Anticipi 1^ Giornata di Ritorno
RISULTATI:

13/01/2024
O.ME.P.S. Battipaglia – Umana Reyer Venezia 62 – 92
Dinamo Banco di Sardegna Sassari – La Molisana Magnolia Campobasso 58 – 61

14/01/2024
Repower Sanga Milano – Alama San Martino di Lupari
Passalacqua Ragusa – Virtus Segafredo Bologna
Allianz Geas Sesto San Giovanni – Famila Wuber Schio
E-Work Faenza – RMB Brixia Basket

O.ME.P.S. Battipaglia – Umana Reyer Venezia 62 – 92 (21-26, 40-47, 49-71, 62-92)
O.ME.P.S. BATTIPAGLIA: Pragliola NE, Franova, Lombardi, Seka* 15 (5/8, 0/1), Potolicchio* 18 (3/6, 3/7), Mini NE, Prete, Yurkevichus* 2 (1/5, 0/2), Chiovato, Johnson* 20 (10/19 da 2), Chiovato B. NE, Ferrari Calabro* 7 (1/4, 1/6)
Allenatore: Caboni G.
Tiri da 2: 20/43 – Tiri da 3: 4/18 – Tiri Liberi: 10/16 – Rimbalzi: 38 15+23 (Yurkevichus 12) – Assist: 13 (Seka 4) – Palle Recuperate: 5 (Potolicchio 3) – Palle Perse: 21 (Potolicchio 5)
UMANA REYER VENEZIA: Logoh, Berkani* 15 (4/4, 1/3), Gorini 6 (1/3, 1/2), Villa M. 4 (1/1, 0/1), Nicolodi, Pan 5 (1/1, 1/4), Meldere 2 (1/3, 0/1), Makurat* 5 (1/3, 1/2), Cubaj* 13 (3/5, 2/2), Fassina* 8 (2/3, 1/2), Shepard 17 (5/8 da 2), Kuier* 17 (4/6, 2/3)
Allenatore: Mazzon A.
Tiri da 2: 23/38 – Tiri da 3: 9/21 – Tiri Liberi: 19/22 – Rimbalzi: 30 5+25 (Kuier 7) – Assist: 17 (Gorini 3) – Palle Recuperate: 16 (Berkani 5) – Palle Perse: 11 (Berkani 3)
Arbitri: De Biase S., Ferrara C., Tommasi E.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – La Molisana Magnolia Campobasso 58 – 61 (16-23, 30-36, 42-49, 58-61)
DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Raca NE, Carangelo* 11 (0/4, 3/9), Toffolo 3 (0/1, 1/1), Crudo 5 (1/3, 1/4), Kaczmarczyk* 16 (4/10, 2/2), Hollingshed* 10 (2/5, 2/4), Joens* 8 (2/6, 0/4), Spiga NE, Zoncu NE, Togliani* 5 (2/4, 0/1)
Allenatore: Restivo A.
Tiri da 2: 11/33 – Tiri da 3: 9/25 – Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 32 12+20 (Hollingshed 8) – Assist: 10 (Carangelo 4) – Palle Recuperate: 10 (Carangelo 3) – Palle Perse: 22 (Carangelo 7)
LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO: Kunaiyi-Akpanah* 10 (4/5, 0/1), Narviciute NE, Kacerik, Trimboli* 2 (1/1, 0/1), Giacchetti, Quinonez Mina 13 (6/9, 0/3), Dedic* 27 (10/12, 1/3), Srot, Trozzola NE, Morrison* 1 (0/4, 0/1), Mistinova* 8 (2/5, 1/4)
Allenatore: Sabatelli D.
Tiri da 2: 23/36 – Tiri da 3: 2/13 – Tiri Liberi: 9/11 – Rimbalzi: 31 5+26 (Kunaiyi-Akpanah 7) – Assist: 18 (Trimboli 6) – Palle Recuperate: 12 (Dedic 4) – Palle Perse: 22 (Trimboli 6)
Arbitri: Tirozzi A., Tallon U., Bettini C.

 

Fonte: legabasketfemminile.it