Brescia passa all’Allianz Dome dopo un tempo supplementare, dopo una vera e propria battaglia sportiva, e dimentica così la sconfitta europea di Cluji. Il punteggio finale di 90-91 permette alla Germani di ottenere il quarto successo in campionato e riportarsi in classifica a ridosso delle migliori. Trieste, dal canto suo, ha il rammarico di essere stata per diverso tempo in vantaggio, con margine, e non essere stata in grado di capitalizzarlo a pieno. Non basta il rientro a casa del figliol prodigo Ruzzier per evitare la sconfitta. Nonostante diversi momenti di appannamento gli uomini di Magro hanno saputo con pazienza recuperare lo svantaggio e domare l’avversario grazie ad una tripla di Cournooh a 7 secondi dal termine. Ottima prestazione quella del numero 25, così come di livello è stata la prova di Petrucelli autore di 25 punti. Il tutto ben supportato dalle prove di Gabriel (doppia doppia da 12 punti e 15 rimbalzi) e Della Valle (doppia doppia da 16 punti e 10 assist). Per i Giuliani non bastano i 29 punti di un solidissimo Bartley, che però sul finale del supplementare condanna i suoi con l’1/2 ai liberi che sarebbe valso quantomeno un altro overtime. Buone prove anche da parte di Gaines, Pacher (13 rimbalzi), Spencer e Vildera.

Cronaca:

La prima parte della sfida vede le due compagini viaggiare su ritmi agonistici davvero elevati. Oltre alla velocità prodotta i quintetti in campo mettono subito in ritmo i loro giocatori più letali, cioè Bartley e Della Valle (5-4). Brescia però, poco dopo la metà del quarto, con Petrucelli e Gabriel, scava il primo solco portandosi sull’11-18. Al rientro dal time out chiamato da coach Legovich, Trieste si riporta prontamente sul -2 grazie anche alla giocata da tre punti di un impalpabile Gaines. Il distacco di due punti rimane anche al suono della sirena di fine quarto, dopo la tripla di Laver e i tre liberi realizzati da Della Valle. Brescia avanti 19-21.

Ad inizio secondo quarto i padroni di casa mettono la freccia con la coppia De Angeli-Ruzzier e balzano in testa al punteggio. Il capitano biancorosso è on fire e con il suo primo canestro da oltre l’arco, imitato pochi istanti dopo da  Lever, porta i compagni sul 33-25. Dopo due liberi siglati da Petrucelli, Vildera mette ancora più fieno in cascina regalando il +9 (36-27) che significa massimo vantaggio. Petrucelli e Della Valle approfittano del buon momento difensivo di Odiase, che oscura a più riprese gli avversari, e tentano di ricucire lo strappo (40-37). Negli ultimi istanti sale in cattedra Aj Pacher che permette a Trieste di riallargare la forbice e chiudere avanti il primo tempo per 46-39.

Il secondo tempo comincia con le due squadre che segnano entrambe con costanza. Da segnalare di extra un fallo tecnico fischiato a Bartley. E’ David Cournooh, in un ottimo momento di forma, a suonare la carica per Brescia realizzando due triple in successione che riportano sul -2 la Leonessa (55-53). Gaines e Bartley ridanno margine ai Giuliani, ma  Gabriel e Odiase permettono alla Germani di impattare la sfida a quota 60. Un assist dietro schiena di Ruzzier per Vildera fa impazzire il pubblico di casa che vede i propri beniamini chiudere sul +1 questo vibrante terzo periodo (65-64).

L’ultimo quarto si apre con i primi canestri della partita del discusso Massinburg. Il numero 5 biancoblù realizza 5 punti consecutivi portando la Germani sul 65-69. I canestri dell’imprescindibile Bartley riportano sul +1 Trieste. I suoi 5 punti in rapida successione, dopo 3:30 di digiuno collettivo, ridanno fiducia a tutto l’ambiente. Gaines prende l’esempio del compagno e con un altro canestro personale porta nuovamente sul +5 i compagni (74-69) a 3’ dal termine. Lo stesso Gaines poco dopo commette un fallo antisportivo che Brescia capitalizza. Ma è solo un fuoco di paglia perché la difesa della Leonessa si riaddormenta  lasciando a Spencer e Gaines l’incombenza di ridare margine ai casalinghi. La Germani non demorde e riesce ad impattare nuovamente la sfida con Gabriel da tre e Cobbins dalla lunetta.

Nell’ultimo minuto Gaines e Petrucelli segnano entrambi da oltre l’arco portando il punteggio sul’’81 pari che vuol dire overtime.

Nel supplementare Brescia guadagna un punticino di vantaggio grazie al gioco da tre punti di Odiase, che difende gelosamente fino a un minuto dal termine. Qui una dormita collettiva in fase difensiva permette a Pacher di realizzare il sorpasso. La tripla di Cournooh a 7 secondi e 6 decimi dal termine ribalta nuovamente il risultato e regala la vittoria a Brescia dopo l’1/2 finale ai liberi di Bartley. Successo per 90-91.

in foto: Jonh Petrucelli (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi