Il presidente dell’Happy Casa Brindisi è intervenuto ad Il Quotidiano di Puglia prima della sfida con l’Olimpia Milano, queste le sue dichiarazioni:

“Sulla Basketball Champions League, al suono della sirena finale la delusione ha lasciato spazio alla soddisfazione per quanto raggiunto da questo team. Essere arrivati a un soffio dalla qualificazione alla Final Eight, alla nostra seconda partecipazione in Fiba Champions League, è motivo di grande orgoglio per tutti noi. Sulla sfida con Milano, come dico sempre: rispetto per tutti e paura per nessuno; questa squadra incarna al meglio lo spirito di chi se la vuole giocare contro tutti, azzerando alla palla a due la carriera dei singoli giocatori e il palmares delle squadre avversarie. Dieci uomini in campo pronti a mostrare il proprio valore in quei 40 minuti. Sappiamo di giocare contro una corazzata quale è Milano e speriamo di fare bella figura. Sull’arena, siamo all’ultimo chilometro, attendiamo di firmare la convenzione che, secondo il programma di base stilato con il sindaco, sarebbe dovuta essere apposta entro il 15 marzo. Siamo al canonico mese di ritardo, speriamo che la settimana prossima sia quella giusta. A quel punto potremo veramente dare il via al countdown per posare la prima pietra e partire con i lavori”.