Tramec Cento

Derrick Marks, voto 6,5. Litiga parecchio con i ferri, ma i suoi canestri arrivano sempre in momenti pesanti. 

Scott Ulaneo, SV

Giovanni Tomassini, voto 6,5. Dieci punti e una tripla pesantissima sono più che sufficenti per contribuire alla causa.

Leonardo Baldinotti, SV.

Gregor Kuuba, SV

Daniele Toscano, voto 6. Tante piccole cose che le statistiche non rilevano. E non a caso il suo coach lo tiene in campo in momenti pesanti. 

Federico Zampini, voto 7. Che partita e che personalità per il play/guardia classe ‘99. Tiene a galla i suoi per tutto il primo tempo, lasciando poi che siano gli altri a vincerla.

Matteo Berti, voto 6,5. Una prova difensiva sensazionale a protezione del ferro. Tre stoppate e sette rimbalzi compensano la totale assenza nella metà campo offensiva. 

Dominique Archie, voto 8. I numeri parlano da soli: 22 punti, 9 rimbalzi e 5 su 8 dalla linea pesante. Prestazione mostruosa.   

Yankiel Moreno, voto 6,5. Stesso discorso che per Berti. In attacco non ci prende mai ma in tutto il resto è bravissimo. 7 rimbalzi e 5 assist.

Fortitudo Bologna.

Ygor Biordi, SV

Marcus Thornton, voto 5. Più ferri che retine per un giocatore che pare rendere molto di più quando ha la possibilità di inventare dal palleggio piuttosto che aspettando tiri sugli scarichi.

Pietro Aradori, voto 5,5. Parte molto forte ma nella ripresa è quasi un fantasma. 14 punti col 40% dal campo.  Troppi errori e palle perse nella seconda parte della partita

Simone Barbante, voto 6. Sotto canestro mostra discreti movimenti, in uscita dalla panchina può essere un buon Jolly per Dalmonte.

Alessandro Panni, voto 5,5. Una gran tripla in mezzo ad una prestazione a lungo impalpabile. 

Paolo Paci, voto 5,5. Non comincia malissimo, poi si perde nei meandri della panchina. 

Matteo Fantinelli, voto 6,5. Flirta con la tripla doppia e per larghi tratti da l’idea di essere ingiocabile a questo livello. Ma un finale con qualche errore di troppo ne evidenzia i punti debiti (comunque leciti).

Saliou Niang, SV

Nazzareno Italiano, voto 5. Una tripla a inizio ripresa poi nient’altro. Almeno non di positivo. 

Valerio Cucci, voto 5,5. Lotta tantissimo e si valere come può. Troppa imprecisione in fase realizzativa.

Steven Davies, voto 4,5. Tanta, troppa timidezza per un essere uno dei due americani. Dovrebbe essere un lungo, ma di fatto sotto canestro non ci va mai. Emblematico il dato a rimbalzo: uno solo.  

 

LUIGI AMORI