Nuovo appuntamento del giovedi di Eurocup Emoticon, la rubrica di Basket Magazine dedicata al grande basket internazionale.

Questa settimana è andata in scena la nona giornata della competizione che ha riservato non poche emotions.

Rispetto alla giornata scorsa è la sola Germani Brescia, tre le azzurre, a strappare i due punti vittoria.

Reyer beffata in casa dal BC Prometey, Trento che cede, nello scontro diretto con lo Slask Wroclaw e sciupa così l’occasione di staccare l’ultimo posto in classica.

Continua invece lo stato di grazia il Gran Canaria che raggiunge al primo posto in classifica il Turk Telekom anch’essi vittoriosi, in questa giornata; così come lo Juventut de Badalona che vince contro il Lietkabelis.

Passo falso ed inaspettato invece del JL Bourg che perdere terreno contro il Cedevita Olimpjia.

Vittoria Hapoel Tel-Aviv.

CHI SALE

GRAN CANARIA

La squadra spagnola di Jaka Lakovic bissano il successo della scorsa giornata. Si trovano cosi a condividere il primo posto del girone B con il Turk Telekom.

Continui!

GERMANI BRESCIA

Pur giocando con ritmi indiavolati ogni 2/3 giorni, sembrano non accusare la stanchezza. Più si gioca, più si sta bene ed in questo caso, più si vince. Raggiungono per ora un posto nel playoff.

In trans agonistica!

TURK TELEKOM

Dopo gli ultimi passi falsi, riprendono il loro cammino. Macinano gioco, e ritornano ad essere la squadra che ha seminato non poche vittorie di fila all’inizio della stagione di Eurocup.

Primo posto che dovranno, da oggi, condividere con gli spagnoli di Lakovic.

Sarà battaglia!

Tosti!

CHI SCENDE

REYER VENEZIA

Beffata in casa in una partita con un avversario molto abbordabile, perdono l’occasione di raggiungere il primo posto in classifica.

Coach De Raffaele dovrà fare del suo meglio per riprendere il cammino che avevano intrapreso fatto di vittorie e prestazioni convincenti.

Da caricare!

JL BOURG

Così come Venezia, avevano l’opportunità di mettere fieno in cascina e rafforzare la loro leadership nel girone A. Vittoria mancata.

Rimandati!

AQUILA BASKET TRENTO

I ragazzi di Lele Molin purtroppo sono protagonisti di una sonora sconfitta.

Vittoriosi solo dell’ultimo quarto, non riescono a strappare i due punti vittoria, che sarebbero bastati a rassicurarsi un distacco dal fanalino di coda.

Una sconfitta così, brucia.

Da dimenticare!

TOP 5 DI GIORNATA

Jordan McRae (Hapoel Tel-Aviv) Ala, classe 1991, +32 di valutazione. 56% da due, 67% da tre, 58% dal campo. 8 assist. 26 punti totali.

Christen Robin (Ratiopharm Ulm) Ala, classe 1991, +27 di valutazione. 100% TL, 100% da due, 100% da tre. 26 punti totali.

Axel Bouteille (Turk Telekom) Ala, classe 1995, +28 di valutazione. 56% da due, 63% da tre, 59% dal campo. 7 rimbalzi. 26 punti totali.

Josh Adams (Cedevita Olijmpia) Guardia, classe 1993, +24 di valutazione. 50% da due, 44% da tre, 100% TL. 26 punti totali.

Jeremiah Martin (Slask Wroclaw) Guardia, classe 1996, +25 di valutazione, 64% da due, 50% TL, 6 palle rubate. 21 punti totali.

MVP DI GIORNATA

Jordan McRae (Hapoel Tel-Aviv) Ala, classe 1991, +32 di valutazione. 56% da due, 67% da tre, 58% dal campo. 8 assist. 26 punti totali.

L’ala statunitense, con passato da NBA, trascina i suoi a suon di penetrazioni, step back e letture pulitissime.

In totale serata di grazia.

Se gira lui, gira l’Hapoel Tel-Aviv.

MIGLIOR UNDER 22 DI BM

Giorgos Tanoulis (Promitheas Patras) Centro, classe 2002, +15 di valutazione, 100% da due, 100% da tre, 100% dal campo. 2 rimbalzi, 2 assist. 13 punti totali in 14 minuti giocati.

Il giovane greco dall’alto dei suoi 210 cm, è un’arma imprescindibile nell’arsenale di Coach Christopoulos.

Nonostante abbia leve molto lunghe, è molto coordinato e con una buona velocità di piedi. Le sue % molto alte al tiro denotano un’ottima intelligenza cestistica capace di capire al meglio cosa e quando fare determinate scelte in campo.

Promessa!

 

Edoardo Cafasso