L’Alba Berlino sconfigge l’Olimpia Milano sul punteggio 81-76 in Germania ed impone al team meneghino la quarta sconfitta consecutiva in Eurolega. Il team tedesco trova la sua quinta vittoria nella competizione ed ora si ritrova al tredicesimo posto con un bilancio di cinque vittorie ed otto sconfitte. Il team di Gonzalez ha saputo indirizzare la gara sin dalle prime battute, grazie alla fisicità sotto canestro di Koumadje ed un positivo Zoosman, ma dopo aver toccato anche il +15 (56-41) a metà terzo quarto, ha subito la reazione furiosa del team di Messina, che guidato da un isparatissimo Rodriguez ed un positivo Datome nel quarto parziale è tornata anche sul -1 ad 1:30 dal termine della sfida, ma non riuscendo a dar la spallata vincente al team tedesco. L’Alba ha saputo sfruttare oltre la fluidità offensiva, anche una supremazia a rimbalzo, sono infatti 42 quelli catturati dal team tedesco contro i 26 del team milanese. Il team tedesco è riuscita a trovare anche vari protagonisti nella gara, infatti se nella prima metà si sono messi in luce i già citati Koumadje e Zoosman, nella ripresa sono saliti in cattedra prima Maodo Lo, che nella prima metà di partita aveva faticato, e poi Eriksson che con le sue triple ha saputo dare la spallata finale alla sfida. Buona anche la prova di Sikma, autore anche di un canestro decisivo nel finale. L’Olimpia che ha mostrato la sua solita buona difesa, è sembrata non trovar mai il ritmo giusto in attacco, faticando tutto il primo tempo e trovando la fluidità giusta solo nella ripresa, ma per il team meneghino questo non è bastato. Nella squadra di Messina in evidenza la prova di Malcom Delaney, che ha chiuso a 12 punti e quelle di Rodriguez, che ha prodotto 8 punti e Kyle Hines, che ha registrato 10 punti. A fare la differenza nella sfida la percentuale da tre punti, 11/28 (39%) per il team di Gonzalez, contro il 6/23 (26%) di Milano.

LA CRONACA

Nel primo quarto a partire meglio sono gli attacchi, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie, così dopo tre minuti l’Alba Berlino è avanti 9-8. La squadra tedesca guidata dal duo Zoosman-Koumadje allunga ed a tre minuti dal termine del periodo si porta in vantaggio 19-10. Milano alza l’intensità difensiva e così riduce il gap, chiudendo il quarto sotto 19-15.  Nel second0 periodo parte forte l’Olimpia, che guidata in attacco da Delaney riesce a sorpassare ed a portarsi in vantaggio 22-23 dopo tre minuti. L’Alba Berlino alza nuovamente l’intensità difensiva e così riesce a piazzare un parziale di 11-4 e scappare sul 33-27 a tre minuti dall’intervallo. Guidato da uno scatenato Eriksson i tedeschi allungano ancora e arrivano all’intervallo in vantaggio 43-34. Nel terzo quarto i tedeschi rimangono in controllo della gara e allunga ancora portandosi dopo tre minuti  sul +15 (56-41). Il team meneghino alza l’intensità difensiva e guidata in attacco da Rodriguez torna a contatto sul -10 (62-52) a tre minuti dal termine del periodo. Le squadre continuano a rispondersi colpo su colpo e i tedesci concludono il quarto in vantaggio 67-56. Nel quarto periodo Milano guidata da Rodriguez accorcia ancora il gap tornando sul -5 (64-69) a sette minuti dal termine della gara. La gara continua a scorrere sui binari dell’equilibrio, così a tre minuti dal termine l’Alba Berlino è avanti 77-72. Il team tedesco controlla gli ultimi minuti di match e vince 81-76.

QUI le statistiche del match

Nell’immagine Maodo Lo, foto Euroleague

 

Valerio Laurenti