Il presidente del Partizan, Ostoija Mijalovic, intervistato da mozzartsport.com, ha fatto il punto sul suo ambizioso club e non solo.

Queste le sue parole:

“Sono particolarmente contento che, da quando abbiamo riportato Zeljko Obradovic al club, e da quando è arrivato Zoran Savic, i media in Europa e Serbia non hanno ricevuto alcuna informazione precisa su chi stavamo firmando. Non siamo usciti sui media, non si sapeva, come anche adesso non dirò chi prenderemo. Ma posso dire che ci aspettiamo firme importanti e di qualità nei prossimi giorni o settimane. Per completare la squadra e le ambizioni sono chiare. Voglio che il pubblico sappia che la situazione è cambiata, vogliamo sconfiggere la narrativa
secondo cui il Partizan non sarebbe un posto buono per lo sviluppo dei giovani talenti. Cercheremo di prendere giocatori giovani di qualità che avranno l’opportunità di crescere in un club vincente con un allenatore vincente, il migliore…
Il Partizan è attualmente uno dei progetti di basket più seri in Europa. Penso davvero che il Partizan e la Stella Rossa meritino davvero di essere membri permanenti dell’Eurolega. Questo in base a cosa investe il nostro Paese, per quello che abbiamo dato al basket europeo, i giocatori che abbiamo prodotto. Non va bene che la ABA Liga, che ha club importanti, che hanno giocato e vinto l’Eurolega, non abbia un posto garantito. Questo è un problema e deve essere risolto. Cambiando l’organizzazione della società e le relazioni personali che hanno danneggiato la reputazione della lega, penso che cambierà anche l’atteggiamento dell’Eurolega”
Quando è arrivato Zoran Savic, alcuni hanno detto che il nostro progetto era solo un’illusione. Ma poi, con l’arrivo di Zeljko e dei rinforzi, è diventato chiaro a tutti che si tratta di un progetto serio, forse il più serio d’Europa”.